Tutti la vogliono copiare, tutti danno ricette ma, la vera ed unica pizza "napoletana", e ve lo dice una campana doc, è la "Margherita", dedicata appunto alla regina Margherita, che prevede solo ed esclusivamente i colori della bandiera italiana: il rosso del pomodoro, il bianco della mozzarella e il verde del basilico. Tutte le altre ricette non possono "ASSOLUTAMENTE" chiamarsi "NAPOLETANE". Saranno genovese, saranno siciliane, saranno pugliesi...non so.....ma a pizza vera ca 'a pummarola n'coppa è solo questa!!!!!!!!!!!!! Ricordate, inoltre, che solo questa pizza "verace napoletana" ha ricevuto il riconoscimento europeo del marchio "Specialità tradizionale garantita" Se siete allergici al lievito di birra ecco l'alternativa.  

Preparazione

per prima cosa prepariamo la pasta in questo modo: su di una spianatoia sistemate la farina a fontana e al centro mettete l'olio, il lievito sciolto in un pò d'acqua tiepida e un pizzico si sale.

Impastate il tutto, unendo altra acqua se serve, e fate una bella "palla" (la pasta deve risultare asciutta e soda). Copritela con un canovaccio pulitissimo e fatela riposare almeno 2 ore in un luogo caldo ed asciutto. Trascorso il tempo tagliate la pasta in tante parti per quante pizze volete ricavare. Stendetela col mattarello e datele la tradizionale forma rotonda. Aggiungete il pomodoro sgocciolato e spezzettato e il sale. Dopo circa 20 minuti di cottura a 250 gradi aggiungete la mozzarella e l'olio, quando la mozzarella sarà diventata filante aggiungete il basilico. Sfornate dopo qualche minuto e servite caldissimo.

Abbinate con birra bionda servita molto fresca