Ricetta zuppa di “maruzzelle”, le lumachine di mare

maruzzelle-lumachine di mare

Le maruzzelle o lumachine di mare erano considerate quasi come uno scarto dai pescatori, poi, visto che ottenevano molto successo quando venivano offerte come una zuppa nelle osterie e trattorie, si decise di allevarle. Ma sapete cosa utilizzavano nei tempi non “troppo antichi” per allevarle?….carne di cavallo, di capra o di pecora ..insomma, di un animale morto che quando andava in putrefazione immerso nell’acqua attirava le lumachine. Ma questa tecnica, secondo me molto disgustosa, è stata completamente dimenticata anche se, alcuni allevatori, per attirare le maruzzelle, usano pezzi di baccalà o di altri pesci. Secondo una antica tradizione mangiare le lumachine serve ad evitare litigi e tradimenti e questo piatto era tipico per la ricorrenza di San Giovanni il 24 giugno, il giorno dei sortilegi amorosi e dei riti delle streghe. Da non dimenticare che a questi gustosi frutti di mare il grande Renato Carusone ha dedicato una canzone……maruzzella…maruzzè….. Una raccomandazione: le lumachine al momento dell’acquisto devono essere vive, toccatele con un dito, se si ritraggono nel guscio sono fresche, morte potrebbero essere tossiche.

Ingredienti per la zuppa di maruzzelle (dosi per per 4/6 persone):

  • 1kg di lumachine di mare
  • 500gr di pomodori pelati
  • 1 peperoncino piccante
  • sale
  • prezzemolo fresco
  • 1 spicchio d’aglio
  • olio extravergine
  • Preparazione: lavate velocemente le lumachine con acqua corrente, scolatele e cospargetele di sale (in questo modo usciranno fuori). In una pentola capiente fate imbiondire l’aglio con l’olio, aggiungete il pomodoro spezzettato,il prezzemolo, le lumachine e il peperoncino. Aggiungete qualche bicchiere d’acqua. Coprite e fate cuocere a fuoco bassissimo. Controllate sempre che ci sia abbastanza liquido di cottura. Servitele caldissime accompagnando il piatto con fette di pane casareccio abbrustolito. Questa zuppa può anche essere un piatto unico. A dimenticavo….secondo il galateo in tavola non si devono assolutamente mettere gli stuzzicadenti, per la zuppa di lumachine, invece, sono indispensabili per estrarle dal guscio.

    Vino consigliato: bianco secco tipo Falanghina servito fresco

    Gio 24/01/2008 da in

    Commenta

    Ricorda i miei dati

    I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

    Pubblica commento
    Lorenza 27 aprile 2011 15:14

    bello e saporito

    Rispondi Segnala abuso
    Seguici