Zuppa di pesce dei pescatori

Zuppa di pesce dei pescatori

Tempo:
1 h e 30 min
Difficoltà:
Facile
Porzioni:
8 Persone
Calorie:
380 Kcal/Porz

    Questa fotoricetta presenta la nostra zuppa di pesce dei pescatori, che può essere veramente detta tale perché è guidata autenticamente dal pescato del giorno dei pescatori di Noli, ma potrebbero essere i pescatori di qualsiasi altra parte d’Italia. La ricetta è nata combinando la soup de poisson del Sud della Francia con il il classico “ciuppin” ligure. La bellezza di questa ricetta è che il pesce è completamente spinato. Si porta in tavola con crostini di pane, accompagnati con l’aiolli, se preferite il lato francese del piatto, oppure strofinati con l’aglio e spruzzati di olio d’oliva extra vergine, se preferite quello italiano. Notare che questa ricetta non prevede neanche come opzione i molluschi con il guscio, come cozze e vongole, perché non li troverete mai dai pescatori, infatti devono essere venduti dopo opportuni controlli e stabulazioni.

    Ingredienti

    Ingredienti Zuppa di pesce dei pescatori per otto persone

    • 1 kg. circa di pesce misto da zuppa
    • qualche crostaceo come gamberi, mazzancolle, cicale, scampi (opzionali)
    • 1 cipolla
    • un mazzettino di prezzemolo
    • qualche foglia di alloro
    • 2 bustine di zafferano
    • crostini di pane
    • qualche mollusco come seppie, totani, calamari o polpetti (opzionali)
    • 500 g. di pomodori maturi o di pelati
    • 2 spicchi di aglio
    • 1 bicchiere di vino bianco secco
    • un po’ di peperoncino rosso piccante
    • sale q.b.

    Ricetta e preparazione

    Come fare la Zuppa di pesce dei pescatori

    Nelle foto abbiamo usato una piccola gallinella, 2 piccoli scorfani, un piccolo pesce prete e alcuni pesci tordo, i ciuffi di due seppie (mentre le sacche sono state usate per il carpaccio) ed una unica cicala.

    Gli altri ingredienti per la zuppa di pesce.

    Pulite le verdure (pomodori, cipolle, aglio e prezzemolo) e mettetele a bollire in una capace pentola con dell’acqua e un po’ di sale.

    Mettete i pesci a cuocere nella pentola, prima quelli a carne sode come il prete e gli scorfani e dopo quelli più teneri come i pesci tordo.

    Mettete a cuocere anche i molluschi se li usate, nella foto i ciuffi delle seppie.

    Togliete il pesce dalla pentola mano a mano che sarà cotto e con pazienza spolpatelo, mettendo da parte la polpa e gli scarti.

    Recuperate anche i molluschi e tagliateli a striscioline, mettete da parte anche loro.

    Rimettete tutti gli scarti nella pentola con il brodo e continuate la cottura, mescolando con un cucchiaio di legno per sminuzzare il tutto.

    Versate un bicchiere di vino nella pentola con il brodo di pesce, nelle foto abbiamo usato del Riesling dell’Oltrepò Pavese (perfetto da bere poi con la zuppa).

    Passate al passaverdura il contenuto della pentola.

    Mettete in una pentola il ricco brodo di pesce ottenuto, e ponete sul fuoco.

    Unite al brodo la polpa dei pesci e dei molluschi, lo zafferano, una o due foglie di alloro, un po’ di peperoncino piccante, e portate a ebollizione.

    Quando bollirà unite i crostacei, se li usate, e aggiustate di sale.

    Appena i crostacei saranno cotti, bastano pochi minuti, servite.

    Foto di sid_napo_orso_capo

    FOTO DI GIeGI

    VOTA:
    4.5/5 su 3 voti