Zuppa di ravanelli

Zuppa di ravanelli

Tempo:
50 min
Difficoltà:
Facile
Porzioni:
4 Persone
Calorie:
60 Kcal/100gr

    La ricetta della zuppa di ravanelli è un’idea per preparare un antipasto vegetariano facile e abbastanza veloce per stupire i vostri commensali con un piatto raffinato e particolare, usando tutti i ravanelli, anche le foglie, spesso non utilizzate e buttate, con le quali in realtà potete anche preparare uno squisito pesto. Questa zuppa potete lasciarla in brodo con le verdure tagliate a pezzetti, o frullarla, lasciando comunque una base liquida o ridurla proprio in crema. Può essere anche un primo piatto vegetariano se mangiate in maggiori quantità. Potete usare i ravanelli bianchi o rossi, noi abbiamo usato i secondi, tondi e piccoli, che sono più saporiti. Le foglie devono essere molto fresche, guardate che non abbiano macchie gialle.

    Ingredienti

    Ingredienti Zuppa di ravanelli per quattro persone

    • 3 mazzetti di ravanelli
    • 1 porro
    • 1 l di brodo vegetale
    • erba cipollina q.b.
    • crostini di pane
    • 1 patata grande
    • 2 cucchiai di parmigiano
    • 4 cucchiai di olio d'oliva
    • sale q.b.

    Ricetta e preparazione

    Come fare la Zuppa di ravanelli

    zuppa di ravanelli

    Pulite i ravanelli, eliminate le radici, tagliate le foglie, lavatele e tenetele da parte.

    Tagliate il porro a rondelle e fatelo cuocere in una casseruola con l’olio e 1 cucchiaio di brodo. Aggiungete la patata sbucciata e tagliate a dadini metà dei ravanelli, fate insaporire tutto per 2 minuti, coprite con il brodo caldo rimasto e cuocete per 15 minuti.

    Unite anche le foglie dei ravanelli spezzettate e proseguite la cottura per altri 10 minuti.

    Nel frattempo tagliate a rondelle sottili i ravanelli rimasti e scottatene metà per pochi secondi in acqua bollente salata, gli altri teneteli da parte crudi.

    Scolate la verdura dal brodo con una schiumarola e frullatela con erba cipollina e 2 mestoli di brodo di cottura in modo da ottenere una crema omogenea, tenete l’altro brodo da parte in una scodella.

    Rimettete le verdure in crema nella casseruola e diluitele con il brodo rimasto, salate e riportate a ebollizione.

    Toglietela la zuppa dal fuoco, conditela con il parmigiano grattugiato e mescolate.

    Versate la zuppa nei piatti e decoratela con i ravanelli a rondelle sbollentati, quindi servitela con crostini tostati e i ravanelli lasciati crudi.

    1/2 kg di osso di bue (o di manzo)

    800 gr di carne di manzo (sottoccoscia o punta di petto)

    800 gr di ravanello grande bianco

    1 cipolla grande

    4 cipollotti

    olio di sesamo o di semi

    pepe nero macinato

    Mettete le ossa e la carne in ammollo in acqua fredda per circa 20 minuti, così da eliminare tutto il sangue.

    Sciacquate per rimuovere resti di ossa e mettete tutto a bollire in una pentola con 3 litri di acqua per 10 minuti.

    Scolate ossa e carne e sciacquatele di nuovo per rimuovere il grasso in eccesso.

    Riempite ancora la pentola con la stessa quantità di acqua, rimettetevi carne e ossa, aggiungete la cipolla e il ravanello, quindi portate a ebollizione e cuocete per circa 3 ore o anche di più.

    Spegnete il fuoco e rimuovete il ravanello, tagliatelo a pezzi.

    Mettete il brodo in frigo in modo da far solidificare il grasso che potete poi prelevare con una schiumarola.

    Quindi riscaldate il brodo e versatelo nelle apposite scodelle, insieme alla carne, alla cipolla cotta, ai cipollotti crudi e al ravanello e pepate.

    Consiglio:

    Se gradite, questo piatto si può completare con riso o noodles

    Varianti per la zuppa di ravanelli

    Volendo, potete rendere anche la zuppa di ravanelli vegetariana che vi abbiamo illustrato un piatto più ricco, aggiungendo alla fine del prosciutto cotto o della pancetta a dadini scottati in un padellino con un po’ di burro. Oppure cuocere i ravanelli in un brodo non vegetale ma con un osso di carne, anche quella di pollo per stare più leggeri, la zuppa sarà più simile a quella coreana, soprattutto se aggiungerete anche delle tagliatelle nel brodo, nel caso in cui decidiate di gustarla senza ridurre tutto in crema.

    Foto di andy pucko

    Foto di Jerry Ko

    VOTA:
    5/5 su 2 voti

    Speciale Natale