Speciale Natale

Tante ricette da condividere con amici e parenti per trascorrere le feste in allegria

Babà all’arancia

    photo-full
    Prepariamo oggi i babà all'arancia, ottimi da servire al termine del cenone di San Silvestro. Anche se oggi il babà è ritenuto il dolce tipico della Campania, le sue origini risalgono all' invenzione casuale del dolce da parte del re polacco Stanislao Leszczinski, che accidentalmente fece cadere il rum che tanto amava sul dolce che di solito mangiava, il kugelhupf inzuppandolo completamente. Volle poi dedicare questa sua invenzione ad Alì Babà, il protagonista del suo libro preferito, le mille e una notte. Successivamente, il babà, arrivando a Napoli, assunse la forma odierna di un fungo ed oggi è diventato uno dei dolci più apprezzati del mondo.

    Preparazione

    Togliete la buccia ed i filamenti bianchi a 3 arance, tagliatele a fette regolari e disponetele in una terrina; poi coprite le fette con 20 gr di zucchero, versateci sopra il rum ed il succo delle restanti arance e lasciate macerare. 

    Impastate il lievito di birra con 50 gr di farina, unite un po'di latte appena intiepidito in modo da ottenere un impasto abbastanza compatto; copritelo con un canovaccio e lasciatelo riposare per mezz'ora a temperatura ambiente per farlo lievitare. 

    Intanto mettete a bagno in acqua tiepida l'uva sultanina e, non appena si sarà ammorbidita, asciugatela bene ed infarinatela; poi mettete in una terrina le uova e sbattetele bene con lo zucchero, unite la farina rimasta, il lievito, il sale, il burro fuso e, sempre mescolando aggiungete per ultima l'uvetta sultanina. 

    Lavorate a lungo la pasta ripetendo ritmicamente questo movimento: appoggiate il palmo della mano sulla pasta, sollevatela con l'aiuto delle dita e lasciatela ricadere battendo il palmo; lavoratela finchè si staccherà dalla terrina e dopo lasciatela riposare, mentre imburrerete uno stampo di 24 cm di diametro che abbia le pareti lisce e alte. 

    Versate la pasta nello stampo (o in tanti piccoli stampini), copritelo con un canovaccio e ponetelo in un luogo caldo per un paio di ore; quando il babà avrà raggiunto l'orlo dello stampo, introducetelo nel forno preriscaldato a 200° e fatelo cuocere per 35-40 minuti. 

    Controllate la cottura infilando lo stecchino nel dolce e, se ne uscirà perfettamente asciutto, abbassate al minimo il calore e lasciatelo ancora in forno per 10 minuti per farlo asciugare completamente. 

    Prendete ora le fette d'arancia che nel frattempo si saranno macerate, sollevatele delicatamente per farle sgocciolare, liberatele dallo zucchero che in parte si sarà sciolto e mettetele in un piatto cercando di non romperle; ponete in una piccola casseruola il succo rimasto nella terrina, unitevi 50 gr di acqua e fate cuocere lo sciroppo per pochi minuti mescolando in continuazione. 

    Mettete lo sciroppo in un piatto rotondo e profondo, levate con attenzione il babà dallo stampo ed appoggiatelo delicatamente sul piatto; dopo poco tempo avrà assorbito tutto lo sciroppo; lasciate raffreddare e servite. 

    Foto da:
    www.isoladischia.net; www.vendita-prodotti.org; www.portaleabruzzo.com; www.raucci.net; www.integrativehealingdynamics.com; www.made-in-china.com; www.boisdale.co.uk; theboywhoatetheworld.files.wordpress.com; www.kucinare.it

    Babà all'arancia