Anelli di calamari in salsa carpione

Anelli di calamari in salsa carpione

    Questa mattina vi presenterò la ricetta per gli anelli di calamari in salsa carpione; questo secondo piatto a base di pesce fritto sarà reso speciale e ancora più saporito dalla salsa carpione, un tipico e prelibato condimento piemontese preparato con la cipolla rossa ed utilizzato per il pesce (soprattutto quello azzurro), le verdure o le carni fritte da conservare dopo averle fatte marinare in questa preparazione con l’aceto e le erbe aromatiche (la salsa prende il nome proprio dal pesce carpione che vive nel lago di Garda ed era ricercato sin dai tempi dei Romani per le sue carni pregiate).

    Ingredienti

    Ingredienti Anelli di calamari in salsa carpione

    • 600 gr di calamari
    • olio d’arachidi per friggere q.b.
    • 2 cipolle rosse
    • 4 foglie di alloro
    • 1 bicchiere di aceto di vino bianco
    • 100 gr di farina di semola
    • sale q.b.
    • pepe nero q.b.
    • rosmarino q.b.
    • olio d’oliva q.b.

    Ricetta e preparazione

    Come fare gli Anelli di calamari in salsa carpione

    Pulite i calamari e tagliateli ad anelli; passateli nella farina e poi friggeteli nell’olio caldo un po’ per volta.

    Scolateli sulla carta assorbente, salateli e poneteli su un vassoio.

    Preparate la salsa carpione affettando le cipolle finemente e facendole appassire nell’olio per 2 minuti; aggiungete l’alloro, l’aceto, il rosmarino e il pepe nero.

    Cuocete per 5 minuti e versate la salsa sui calamari, lasciandoli marinare per circa 2 ore e poi servite freddo il vostro secondo piatto.

    Foto da:

    cucina.corriere.it

    VOTA:
    4.7/5 su 3 voti