I filetti di pesce San Pietro sono molto simili a quelli di sogliola e di rombo per sapore, consistenza e aspetto, si prestano quindi anche alla preparazione delle stesse ricette. Vuol dire che per questa preparazione potete sostituire il pesce San Pietro con uno dei due, a seconda della disponibilità del vostro pescivendolo e del vostro gusto. E' un ottimo secondo di pesce, dalla resa ottima, infatti con 800 g servirete ben 4 persone. Affiancate un contorno di verdure saltate in padella.  

Ingredienti

  • filetti di San Pietro 800 g
  • lardo 200 g
  • prezzemolo 100 g
  • 4 spicchi di aglio
  • farina 100 g
  • olio extravergine di oliva
  • aceto bianco
  • mentuccia
  • 8 fette di pane
Ricettari correlati Scritto da Paoletta

Preparazione

1. Realizzate un trito di prezzemolo e aglio, unite il lardo e lavorate fino a che non avrete una salsa omogenea.

Scaldate una padella antiaderente con due cucchiai di salsa di strutto.

2. Mettetevi i filetti di pesce infarinati e fateli cuocere per 4 minuti. Versate 2 cucchiai di aceto, lasciate sfumare e fate rosolare ancora. Unite qualche foglia di mentuccia tritata e spegnete.

3. Tostate qualche fetta di pane e conditele con la salsina allo strutto rimasta e un cucchiaio di olio, mettete il pesce sul piatto da portata, conditelo con qualche goccia di aceto, e completate con i crostini di pane e prezzemolo.