Sgombri marinati

Sgombri marinati

    Questa è la ricetta per gli sgombri marinati. Questa è la tecnica che di solito si applica al salmone che poi viene affumicato, ma se volete mangiare dei pesci “giusti” provatela sugli sgombri, che vengono pescati localmente, la loro pesca non inquina molto, costano molto poco, e sono ricchi di omega-3; ma anche molto saporiti.

    Ingredienti

    Ingredienti Sgombri marinati

    • sgombri
    • zucchero
    • aglio
    • rosmarino
    • sale fino
    • pepe in grani
    • timo

    Ricetta e preparazione

    Come fare gli Sgombri marinati

    Pulite gli sgombri, togliendo le poche squame presenti sul dorso, poi aprendoli ed eliminando le interiora. Vi suggeriamo poi di togliere anche il deposito di sangue presente lungo la spina centrale. Lavateli ed asciugateli.

    Usando un coltello affilato e con la lama flessibile, sfilettate gli sgombri, ricavando due filetti da ciascun pesce. Quindi usando un paio di pinzette (del tipo di quelle utilizzate per le soppraciglia) eliminate tutte le lische visibili.

    In una ciotola preparate la marinatura a secco, che consiste in un miscuglio di sale e zucchero in parti uguali, più aromi vari. In questo caso abbiamo usato grani di pepe nero, aglio tagliato a fettine, timo e rosmarino.

    Stendete uno strato di marinata in un contenitore in cui i filetti stiano di misura, poi deponetevi sopra un filetto con la pelle verso il basso, spargete sopra un po’ di marinata, e coprite con un altro filetto, con la pelle verso l’alto.

    Coprite completamente con la marinata, sigillate con la pellicola alimentare, e ponete a riposare in frigorifero, per almeno 12 ore, ma potete lasciarceli fino a 24 ore; regolatevi comunque sulla dimensione dei filetti.

    Trascorso il tempo della marinatura, recuperate i vostri filetti di sgombro (vedrete che si sarà formato del liquido, infatti lo scopo della marinatura è proprio quello di sottrarre i liquidi dal pesce).

    Togliete i filetti di sgombro dalla marinata; per eliminare completamente sale e zucchero passateli sotto l’acqua fredda, e poi asciugateli con la carta da cucina.

    A questo punto potete conservare in frigorifero questi filetti di sgombro marinato per una settimana e più in una scatola a chiusura ermetica, o fasciandoli con il foglio di alluminio.

    Al momento di servirli affettateli, li consigliamo come antipasto o secondo leggero. Accompagnateli con fette di pane tostato o crakers, e potete condirli con un po’ di succo di limone, o con panna acida (o yogurt).

    Potete anche sbizzarirvi nella scelta degli aromi da mettere nella marinata.

    Foto di GIeGI

    VOTA:
    4.6/5 su 5 voti