Riso basmati: ricette e cottura per un piatto perfetto

Riso basmati: ricette e cottura per un piatto perfetto

riso basmati

Vogliamo farvi conoscere il riso basmati dandovi indicazioni per una cottura perfetta e tante gustose ricette in cui usarlo. Il riso basmati arriva dall’India, ed il suo nome significa “regina di fraganza” ed è decisamente diverso dai risi italiani, e quindi deve essere trattato in modo alternativo. Ovviamente il riso basmati è la scelta ottimale per i piatti della cucina indiana, ma è adatto anche per molti altri piatti etnici, per esempio della cucina cinese, tailandese ed araba; ma noi lo usiamo con successo anche come contorno a piatti in umido “occidentali” oppure per insalate di riso speciali.

Conosciamo il riso basmati

riso basmati confezionato

Il basmati è un particolare tipo di riso a grana lunga che arriva dall’India e dal Pakistan, anche se ora è coltivato anche in America. Oltre alla forma del chicco il riso basmati è caratterizzato da un delicato profumo e aroma che lo rende molto diverso dai nostri risi che usiamo per risotti e minestre; inoltre i chicci del riso basmati cotto tendono a rimanere abbastanza separati. Il riso basmati è diverso, diciamo pure esotico per noi, e per questo deve essere cotto in modo diverso ed usato in modo molto diverso da come siamo abituati; non provate a fare il risotto con il basmati: il risultato non sarà un risotto profumato ma un piatto poco gustoso.
Cottura del riso basmati

cottura riso basmati

Il riso basmati prima della cottura deve essere sciacquato lungamente con acqua fredda, e molti suggeriscono anche di lasciarlo in ammollo sempre in acqua fredda per una mezz’oretta, in questo modo i chicchi non si romperanno durante la cottura. Versate il riso basmati (450 g.), l’acqua (6 dl.) e un bel pizzico di sale in una pentola di misura adeguata (cioè non troppo grande) e portate ad ebollizione. Coprite con un coperchio che chiuda bene, altrimenti prima coprite la pentola con un foglio di alluminio e poi mettete sopra il coperchio. Abbassate il fuoco e fate cuocere 10 minuti, spegnete e lasciate riposare ancora 5 minuti senza aprire; il riso basmati dovrebbe aver assorbito tutta l’acqua. A questo punto basta smuoverlo con una forchetta ed è pronto da servire.
Il pilaf con il riso basmati

riso basmati pilaf

Il riso basmati si presta molto bene alla cottura a pilaf, una tecnica particolare che arriva dall’oriente, e che si ritrova anche in India portata dagli imperatori Mogol di origine persiana. Qui trovate la ricetta base per il pilaf di riso basmati, ma potete aromatizzarla e colorarlo a piacere con erbe aromatiche, spezie e verdure (es. con il pomodoro). Il basmati pilaf può essere usato come contorno oppure come primo piatto a se stante se lo avete arricchito particolarmente. Il pilaf preparato il riso basmati risulta con i chicchi ben sgranati, mentre usando i nostri tipi di riso potreste ottenere un agglomerato poco appetitoso.
Il riso profumato o riso Thai o riso Jasmine

riso profumato thai jasmine

Volevamo parlarvi anche di un altro tipo di riso a grana lunga che molte volte viene confuso con il riso basmati, e che viene chiamato in molti modi diversi come riso profumato o riso Thai o riso Jasmine, ma non dovreste sbagliarvi perchè questo è decisamente profumato e quando lo cuocerete sentirete il suo aroma deciso sprigionarsi. Anche questo riso deve essere cotto in modo particolare, e qui trovate il procedimento consigliato. Questo tipo di riso è molto adatto ad essere usato nei piatti della cucina tailandese ovviamente, ma anche per quella cinese, e no ve lo suggeriamo quando dovete seguire una dieta in bianco a base di riso scondito o poco condito, oppure dovete ridurre i condimenti e/o il sale: con il suo particolare aroma risulterà lo stesso molto gustoso.

Ed ora ecco alcune ricette in cui è consigliato utilizzare il riso basmati, e come potete immaginare sono tutte ricette etniche:

970

Segui ButtaLaPasta

Lun 08/11/2010 da GIeGI

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
vagatont
Vagatont 5 giugno 2011 08:47

Un sacco di ricette etniche anche su chicchiricchi.com anche se lo stile di buttalapasta è ineguagliabile ;)

Rispondi Segnala abuso
Seguici