Scaloppine allo zafferano

Scaloppine allo zafferano

    Le scaloppine sono un secondo piatto appetitoso, semplice e saporito, che viene preparato in tutta Italia in tantissime varianti, una più gustosa dell’altra! Le scaloppine allo zafferano sono una ricetta per scaloppe dal gusto delicato e profumato: lo zafferano, con il suo inconfondibile sapore e il suo colore intenso rende questo secondo di carne ottimo per esser inserito nel menù per la Festa della donna. Ma come fare le scaloppine? Tradizionalmente, la carne per scaloppine più usata è la lonza di maiale a fette ma, per questa ricetta dall’aroma delicato, vi consigliamo di usare la carne di vitello, più magra e leggera. Se non amate il vitello, potete optare per la scaloppina di pollo, dal gusto altrettanto delicato.

    Vediamo come cucinare le fettine di vitello, per delle scaloppine morbidissime e saporite, rese ancora più gustose grazie allo zafferano; una ricetta facile e veloce che, con pochissimi ingredienti, vi permetterà di preparare un secondo piatto che conquisterà tutti!

    Ingredienti

    Ingredienti Scaloppine allo zafferano

    • 8 scaloppine di carne di vitello (circa 500 gr)
    • 1 bustina di zafferano
    • farina q.b.
    • pepe q.b.
    • 50 gr succo di limone
    • 40 gr burro
    • sale q.b.

    Ricetta e preparazione

    Come fare le Scaloppine allo zafferano

    Sciogliete la bustina di zafferano in un bicchiere d’acqua.

    Variante:

    Per delle scaloppine di vitello dal gusto più deciso, sciogliete lo zafferano in un bicchiere di vino bianco.

    Sia che abbiate deciso di utilizzare le fettine di vitello, che la carne di pollo o le più classiche fettine di lonza, dovrete assicurarvi che la carne per le scaloppine sia sottile e compatta: battete le fesa di vitello con l’aiuto di un batticarne.

    Suggerimento:

    Per evitare che la carne cruda entri in contatto con il batticarne e altre superfici e per evitare che si sfaldi, inserite la fesa di vitello, prima di batterla, in alcuni sacchetti di plastica per il surgelamento. Battetela da entrambi i lati e ripetete l’operazione fino a quando non otterrete delle fettine di vitello uniformi.

    Setacciate un po’ di farina su un piatto o su un vassoio e infarinate le vostre fettine di vitello.

    Variante:

    Al posto della farina potete utilizzare della maizena. In questo modo la ricetta delle scaloppine allo zafferano sarà adatta anche a chi segue una dieta senza glutine.

    Ungete una padella antiaderente con il burro e, quando arriva a temperatura, adagiatevi all’interno le scaloppine di vitello. Fate soffriggere su entrambi i lati aggiungendo sale e pepe a vostro piacimento.

    Quando vedrete che le fettine di vitello inizieranno a dorarsi, irrorate le scaloppine con lo zafferano sciolto. Bagnate con il succo di limone.

    Lasciate sul fuoco per qualche minuto, il tempo che il succo si restringa e si formi una salsa gialla abbastanza cremosa.

    Guarnite con della scorza di limone grattugiato o con pistilli di zafferanno essiccati e servite le scaloppine ben calde.

    Photo by Emily/ CC BY

    Come conservare le scaloppine allo zafferano

    Le scaloppine allo zafferano sono un secondo di carne che, per esser gustato al meglio, dovrebbe esser servito appena fatto, quando è ancora caldo e la salsa di zafferano è cremosa e vellutata.

    Tuttavia, se avete deciso di preparare questo piatto per un’occasione speciale, ad esempio come secondo da servire alle amiche l’8 marzo, in occasione di una cena per la Festa della donna, potreste aver bisogno di prepararlo in anticipo.

    In questo caso, sappiate che le scaloppine allo zafferano si conservano in frigorifero per un giorno al massimo. Ricordatevi di coprirle adeguatamente con della pellicola per alimenti o di conservarle all’interno di un contenitore ermetico.

    Scaldatele in microonde o passatele in padella per qualche minuto e, quando saranno ben calde, servite le scaloppine di vitello alle vostre amiche.

    VOTA:
    3.9/5 su 10 voti