Pizza fritta

Pizza fritta

Tempo:
4 h
Difficoltà:
Media
Porzioni:
6 Persone
Calorie:
500 Kcal/Porz

    La ricetta della pizza fritta napoletana è uno dei vanti della cucina partenopea. Gli ingredienti, pochi ma di qualità, fanno di tale preparazione uno dei fiori all’occhiello della gastronomia locale. Particolarmente preparata durante il periodo di Carnevale, ogni occasione è buona per gustarla. E’ possibile realizzare un’unica grande pizza o tante pizzette, a seconda delle preferenze. Come è ovvio dedurre, è una di quelle pietanze da gustare appena tiepide, per poter apprezzare al meglio la fragranza regalata dalla cottura in olio caldo. La pizza fritta ripiena con ricotta, con ciccioli o, più semplicemente con pomodoro e mozzarella, è versatile e si presta a tutti i gusti. Avete in programma una festa in famiglia? Non fatela mancare!

    Ingredienti

    Ingredienti Pizza fritta per sei persone

    • 350 ml di acqua
    • 14 gr di sale
    • 200 gr di scamorza affumicata
    • salsa di pomodoro
    • olio di arachide qb
    • 10 gr di lievito di birra
    • 500 gr di farina
    • 400 g di ricotta
    • basilico qb

    Ricetta e preparazione

    Come fare la Pizza fritta

    Ponete tutti gli ingredienti necessari per preparare la pasta per la pizza sul piano di lavoro.

    Pesateli uno per uno con attenzione ed iniziate.

    Fate intiepidire l’acqua e prelevatene una parte da versare all’interno di una piccola ciotola.

    Versate all’interno della stessa il lievito di birra.

    Fatelo riposare un paio di minuti, quindi mescolate bene con un cucchiaio per farlo sciogliere.

    Unite una manciata di farina e mescolate.

    Setacciate sul piano di lavoro tutta la farina rimasta e create una fontana al centro.

    Versate dentro il composto precedente e, in un angolino, il sale.

    Iniziate ad impastare unendo, man mano, il resto dell’acqua.

    Continuate a lavorare con le mani per 15 minuti.

    Ottenuto un impasto sodo ed elastico create una palla ed ungetela esternamente con dell’olio.

    Ponetela all’interno di una ciotola capiente e copritela con un canovaccio.

    Fate lievitare l’impasto, in un luogo caldo, asciutto e lontano da correnti d’aria, per circa 2 ore e 1/2.

    In alternativa potrete porre la ciotola dentro il forno spento ma con la luce accesa.

    Trascorso tale lasso di tempo riprendete l’impasto e spolverate un piano di lavoro, o una spianatoia, con della farina.

    Ponete la pasta per pizza sopra e stendetela con un mattarello.

    Ricavate dei dischi più o meno grandi, a seconda delle preferenze, ma in numero pari.

    Tagliate a pezzettini la scamorza e mescolatela con la ricotta.

    Distribuite al centro della metà dei dischi di pasta per pizza il formaggio misto appena preparato.

    Sovrapponete gli altri dischi e sigillate bene i bordi premendoli dopo averli appena inumiditi.

    Versate in un tegame abbastanza profondo dell’olio di arachide e ponetelo su un fornello medio. Accendete la fiamma.

    Una volta ben caldo, friggete poche pizze ripiene per volta e completamente sommerse dall’olio.

    Dovranno cuocere fino a completa ed uniforme doratura.

    Scolatele e fate perdere loro l’eccesso di unto su carta assorbente da cucina.

    Vanno gustate subito, ben calde.

    Al momento di servirle, distribuite sopra ciascuna un poco di salsa di pomodoro ed una foglia di basilico fresco.

    Consigli

    Per la preparazione di un’ottima pizza fritta dovrete utilizzare solo ingredienti genuini. Al bando il lievito di birra liofilizzato: solo quello fresco o, meglio, il lievito madre.

    In quanto agli ingredienti per la farcitura, anche questi faranno la differenza. Ricotta e scamorza fresche, passata di pomodoro fatta in casa e basilico appena raccolto.

    VOTA:
    4.3/5 su 8 voti