Recensione Ristoranti: La Cantina Tirolese

Recensito perfino dal New York Times questo piccolo ristorante vicinissimo alla basilica di San Pietro ricrea perfettamente le atmosfere tirolesi. Aperto da quasi 40 anni, vantava tra i suoi clienti più affezionati l’ormai ex Cardinale Ratzinger.
La simpatica Manuela, la proprietaria, accoglie affabilmente i clienti, abbigliata con un costume tipico tirolese senza scadere nel travestimento. I tavoli a disposizione, con tovaglia rigorosamente a quadri, sono pochi, e spesso una piccola fila aspetta fuori dalla porta che arrivi il proprio turno.
Il menu è ricchissimo, circa una settantina di portate, tutte appetitose. Tra i piatti da non perdere:

  • Il Ghiottone Grill: una grigliata di carne da cuocere direttamente sul tavolo, servita con una varietà di salse per accompagnarla.
  • La Bourguignonne, anch’essa da cuocere direttamente al tavolo nell’apposito pentolino sopra il fornelletto e accompagnata da una selezione di condimenti.
  • La Fonduta di Formaggio servita con crostini di pane
  • La Zuppa di Funghi
  • Lo Stinco di Maiale affumicato
  • I Knodel (Canederli)
  • I Wurstel

La carta dei vini omaggia l’ Alto Adige con, per esempio, il Gewurztraminer e il Cabernet.
Il servizio è rapido e molto affabile, e nonostante la cucina sia di alto livello, l’atmosfera è informale e rilassata. I prezzi non sono molto alti, se si fa ovviamente un rapporto con la qualità. Una cena, vino incluso, si aggira sui 40 euro.

Cantina Tirolese
Via Vitelleschi, 23
Roma
Tel 06 68135297

Parole di Paoletta