Pollo al curry

Pollo al curry

Tempo:
1 h e 30 min
Difficoltà:
Facile
Porzioni:
4 Persone
Calorie:
430 Kcal/Porz

    La ricetta del pollo al curry costituisce una pietanza classica, semplice e veloce, proveniente dalla cucina indiana. Nell’ambito di tale gastronomia il termine “curry” indica una miscela di spezie nella cui composizione si possono annoverare aglio, coriandolo, chiodi di garofano, cardamomo, cannella e poco altro. Secondo piatto a base di carne bianca, il pollo al curry con mele con questa ricetta facile ma gustosa, si adatta ad una cena etnica in compagnia di amici così come ad un pranzetto in famiglia. Molti sono soliti servire il pollo al curry con riso basmati, per portare in tavola un piatto unico e completo di tutti i nutrienti necessari per un pasto equilibrato. Si tratta, in realtà, di un abbinamento vivamente consigliato in quanto la delicatezza del riso non fa altro che completare alla grande la sapidità del pollo. Se siete in cerca di preparazioni particolari da cucinare senza, però, passare ore in cucina, date una possibilità a questo piatto indiano: non rimarrete delusi. Seguite la ricetta che trovate di seguito per deliziare i vostri commensali con un pollo al curry cremoso con yogurt da leccarsi i baffi.

    Ingredienti

    Ingredienti Pollo al curry per quattro persone

    • 1 Kg di petto di pollo
    • 1 cipolla
    • 3 cucchiai di curry
    • 60 gr di burro
    • Sale q.b.
    • il succo di mezzo limone
    • acqua bollente aromatizzata (o brodo vegetale)
    • 2 mele
    • 1 cucchiaio di olio di oliva extravergine
    • 250 gr di yogurt greco intero
    • 250 gr di riso basmati

    Ricetta e preparazione

    Come fare il Pollo al curry

    pollo al curry.1

    Pulite il petto di pollo e ponetelo su un tagliere. Con un coltello affilato, ma prestando cura ed attenzione, tagliatelo a bocconcini delle stesse dimensioni, come per lo spezzatino.

    pollo al curry.2

    Corspargete il pollo con due cucchiai di curry, mescolate e fate marinare per almeno mezz’ora in un luogo fresco.

    pollo al curry.4

    Sbucciate la cipolla, lavatela e tagliatela finemente a pezzetti. Trasferitela ad imbiondire su fuoco medio in una padella ampia ed antiaderente tipo wok, insieme all’olio.

    pollo al curry.5

    Mentre la cipolla cuoce, lavate bene le mele, asciugatele con un canovaccio pulito e sbucciatele, quindi riducetele, sempre con un coltello, a tocchetti regolari.

    pollo al curry.6

    Unitele adesso alla cipolla oramai cotta aggiungendo anche 10 gr di burro: fatelo sciogliere e mescolate per amalgamare il tutto.

    pollo al curry.7

    Aggiungete mezzo cucchiaino di curry ed un cucchiaio di acqua bollente e fate stufare gli ingredienti riuniti nella padella.

    pollo al curry.9

    Dopo 5 minuti di cottura, quando il liquido si sarà ristretto, prelevate dalla padella l’intingolo di cipolla e mele e tenete da parte in una ciotola.

    pollo al curry.11

    Nella stessa padella fate scaldare 30 gr di burro su fuoco basso, quindi adagiatevi i bocconcini di pollo e fateli rosolare per due minuti.

    pollo al curry.12

    Nel frattempo mettete a bollire l’acqua in una pentola capiente per cuocere il riso basmati.

    pollo al curry.13

    Mescolate il pollo per farlo rosolare uniformemente ed aggiungete altri 10 gr di burro.

    pollo al curry.14

    Aggiungete l’acqua profumata alla cannella e cardamomo (o in alternativa il brodo vegetale).

    pollo al curry.15

    Fate stufare a fuoco basso per 5 minuti e coprite con il coperchio.

    pollo al curry.17

    Giunta a bollore l’acqua, cuocete il riso basmati per il tempo indicato sulla confezione, ci vorranno circa 10 minuti.

    pollo al curry.20

    Scoprite il wok ed unite l’intingolo di mele e cipolla al pollo, fate stufare coperto per altri 5 minuti, poi fate evaporare il sughetto ottenuto.

    pollo al curry.22

    Mentre il pollo finisce di cuocere sarà già pronto il riso: scolatelo aggiungendo una noce di burro (10 gr) per mantenerlo più compatto.

    pollo al curry.23

    Quando il sughetto del pollo si sarà ristretto di due terzi aggiungete lo yogurt.

    pollo al curry.24

    Aggiungete il terzo cucchiaio di curry scarso (avevate messo mezzo cucchiaino nelle mele con la cipolla) e fatelo sciogliere. Mescolate e fate cuocere per 2-3 minuti su fiamma molto bassa.

    pollo al curry.25

    Infine, a fuoco spento, unite il succo di mezzo limone e mescolate.

    pollo al curry.26

    Il pollo al curry è pronto, fate riposare per un minuto prima di servire.

    pollo al curry.28

    Servite il pollo con il riso basmati.

    Varianti del pollo al curry

    pollo al curry riso

    Il piatto si presta, per sua natura, a tutta una serie di aggiunte. Il pollo al curry con zucchine è una delle versioni più delicate che possiate portare in tavola. Unitele o sostituitele alle mele, per un risultato ancora più delizioso. Stesso procedimento per il pollo al curry ai peperoni.

    Per preparare il pollo al curry senza latte dovrete sostituire lo yogurt o la panna utilizzati solitamente con del latte o della panna vegetali.

    Se volete sentirvi ancora più vicini alla tradizione indiana provate a cucinare il pollo al curry sostituendo lo yogurt greco con il latte di cocco ed aggiungendo anche le uvette insieme alle mele. Il sapore sarà un po’ più dolce, ma senz’altro più vicino alla ricetta originale, da preparare per una cena speciale.

    In India i piatti al curry indicano in genere pietanze in umido. Per preparare il pollo con le verdure vi servirà mezzo litro di brodo vegetale con il quale irrorare il pollo al curry rosolato e due zucchine, un peperone giallo, due pomodori maturi e due carote, che farete stufare per 5 minuti separatamente con due spicchi di aglio. Una volta unito il tutto cuocete, coperto, per un quarto d’ora, per far restringere il brodo, ed accompagnate con del riso basmati.

    Come servire il pollo al curry

    pollo al curry con riso

    Il porro al curry si può servire, come già anticipato, in un piatto su un lato del quale avrete posto una porzione di riso basmati appena cotto. In alternativa a questo utilizzate del riso pilaf, il risultato sarà altrettanto succulento. Si può versare direttamente sul riso parte del sughetto del pollo, per insaporirlo al meglio.

    In quanto al riso, si può aromatizzarne l’acqua di cottura con cannella e chiodi di garofano, per fare in modo che risulti ancora più profumato di quanto non sia già, e rendere il piatto finale perfetto per un’esperienza unica.

    In alternativa si può accompagnare con del pane indiano, il naan, da poter preparare anche in casa con farina, yogurt e lievito. Prima di servirlo potrete anche spolverarlo con del coriandolo fresco o dell’erba cipollina tritata.

    Come si conserva il pollo al curry

    pollo al curry light

    Il pollo al curry è delizioso appena cotto, ma potete mangiarlo anche il giorno dopo, nel caso in cui avanzi. In questo caso, però, dovrete conservarlo in un contenitore a chiusura ermetica in un ambiente fresco per al massimo 2 giorni. Se la temperatura è alta, ad esempio in estate, tenetelo direttamente in frigorifero. Prima di servirlo, però, è consigliabile farlo scaldare per fargli riacquistare la consistenza originaria.

    Il pollo al curry si può anche congelare: una volta cotto e completamente freddo trasferitelo in un contenitore adatto dotato di coperchio. In alternativa, per comodità, potete farne delle monoporzioni da tirare fuori di volta in volta. Trasferitele nel frigo la sera precedente in modo da favorire un lento scongelamento. In freezer il pollo al curry si conserva per circa un mese.

    Quante calorie ha il pollo al curry

    pollo al curry

    Se vi state chiedendo se il pollo al curry faccia ingrassare la risposta è no. La ricetta non è eccessivamente calorica contenendo circa 250 calorie per 100 gr. Il discorso cambia se parliamo delle calorie del pollo al curry e riso basmati. A quelle precedenti devono essere aggiunte quelle del riso. In ogni caso, però, diventa un piatto unico a tutti gli effetti.

    Ciò premesso, è anche vero che si possa realizzare una variante, il pollo al curry con la ricetta light, che si ottiene senza latte e farina. Il risultato sarà un po’ meno cremoso, ma il gusto non vi deluderà. Sperimentate seguendo i vostri gusti, eliminando o diminuendo parte dei condimenti ad esempio, o sostituendoli con una maggiore dose di spezie.

    Abbinamento del vino con il pollo al curry

    pollo curry indiano

    In cerca dell’abbinamento perfetto tra il pollo al curry ed il vino? Nonostante la scelta consigliata sia quella che segue, favorite comunque le vostre preferenze.

    Potete optare per un vino bianco secco e fermo come il Bianco d’Alcamo, con un buon grado di acidità capace di tenere a bada il sapore deciso e fortemente speziato, oltre che piccantino, del pollo. Servitelo ad una temperatura di 12-14 gradi.

    Se preferite un rosso, invece, optate per uno non troppo corposo e dal sapore fresco come il Gutturnio frizzante DOC.

    Nulla vieta, infine, di abbinare al pollo al curry una birra. In questo caso potete accompagnarlo tranquillamente con una “lager” leggera, oppure una amara.

    Quale contorno con il pollo al curry

    pollo al curry ciotola

    Il pollo al curry può essere abbinato a diversi contorni a base di verdure, più o meno ricchi ma preferibilmente dal sapore delicato, neutro, che non interferisca con l’aromaticità del piatto. Dalle zucchine in umido alla zucca arrostita, dalle verdure grigliate alle patate al forno, perchè no?

    Ottimo è anche insieme ai peperoni saltati in padella o alle carote lessate ed aromatizzate con erbe aromatiche a piacere.

    Consigli per cucinare il pollo al curry

    pollo curry giallo

    E’ possibile sostituire lo yogurt con il latte di cocco per conferire al piatto un sapore ancora più invitante e, allo stesso tempo, favorire la creazione di un condimento più cremoso.

    Oltre che in polvere, esiste il curry in pasta, che può essere utilizzato, come sopra, garantendo un sapore autentico. Lo si trova in vendita presso i negozi specializzati in alimenti etnici oppure anche on line.

    Origini del pollo al curry

    pollo curry verdure

    Le origini del pollo al curry sono piuttosto incerte. Il chicken tikka masala, come è noto in lingua originale, sarebbe legato agli imperatori dell’Impero Moghul, i quali sarebbero, a quanto si pensa, i primi ad aver preparato tale pietanza.

    Ma non è la sola teoria riguardante la nascita del piatto. Altri, infatti, vorrebbero il pollo al curry proveniente da Glasgow, in Scozia.

    Foto di Manuela

    VOTA:
    4.6/5 su 9 voti