Torcinelli o gnumeriedde

Torcinelli o gnumeriedde

Tempo:
40 min
Difficoltà:
Facile
Porzioni:
4 Persone
Calorie:
290 Kcal/Porz

    Una specialità molto particolare spesso richiesta dai turisti e della quale i pugliesi sono molto ghiotti sono i torcinelli o gnumeriedde (chiamati in questo modo nel dialetto pugliese). Si tratta di piccoli involtini, meglio se di circa 5 centimetri, realizzati con le interiora dell’agnello o di altri animali da cuocere arrosto ed insaporiti in vari modi a seconda della zona della Puglia di produzione. Oggi vi presento una delle ricette più classiche di questa golosità che di solito si prepara durante i giorni di festa; quindi potrebbe essere un buon piatto da poter presentare per il pranzo dell’Epifania.

    Ingredienti

    Ingredienti Torcinelli o gnumeriedde per quattro persone

    • 500 gr di interiora di agnello ("zippa", cuore, polmone, fegato e milza)
    • pepe nero in grani q.b.
    • formaggio pecorino grattugiato q.b.
    • sale q.b.
    • prezzemolo tritato q.b.
    • 2-3 limoni
    • foglie d'alloro q.b.

    Ricetta e preparazione

    Come fare i Torcinelli o gnumeriedde

    Lavate ripetutamente le interiora con acqua corrente, strofinatele bene con il sale ed il succo dei limoni e risciacquatele nuovamente, poi mettete la carne a sgocciolare.

    A questo punto tagliate le interiora a strisce e poggiate ogni singolo pezzo sopra ai filamenti di “zippa” (peritoneo).

    Aggiungete il prezzemolo, il sale, il pepe e spolverizzate un po’ di formaggio pecorino grattugiato.

    Chiudete il tutto con la stessa “zippa” annodando bene i due lembi.

    Utilizzate degli stecchini di legno per infilare ad uno ad uno i torcinelli e le foglie di alloro.

    Cuoceteli sulla brace per qualche minuto e serviteli bollenti.

    Foto da Vincenzo Visciano

    VOTA:
    4.5/5 su 2 voti