Cosa mangiare dopo le abbuffate delle feste: i cibi che depurano il corpo e ti rimettono in sesto

cosa mangiare dopo le feste

Cosa mangiare dopo le abbuffate delle feste - buttalapasta.it

I cibi da mangiare dopo le abbuffate delle feste: ecco cosa mangiare per depurare il corpo e rimettersi in sesto.

Le abbuffate delle feste natalizie mettono a dura prova anche lo stomaco più resistente. Per digerire e eliminare il gonfiore post banchetti, soprattutto se i protagonisti sono stati zuccheri e amidi e alcolici, ci sono alcuni cibi ideali da mangiare.

Dopo le abbuffate infatti si avverte malessere, gonfiore, difficoltà a digerire, stanchezza, senso di pienezza e riprendere a svolgere le attività quotidiane può essere difficile. Godere dei piaceri della tavola durante le feste, senza limitarsi, è normale. Ma bisogna anche far ripartire la digestione nel migliore dei modi. 

Cibi da mangiare dopo le abbuffate delle feste

Le indulgenze dei banchetti delle feste si pagano con indigestione, gonfiore e malessere. Ma per fortuna ci sono alimenti che contengono enzimi digestivi naturali e hanno altri benefici per la salute che possono contribuire a ridare energia.

  • Miele grezzo: è un rimedio casalingo usato già diversi secoli fa. Si tratta di un miele che non è stato sottoposto a nessun tipo di trattamento termico e quindi conserva tutti i suoi enzimi, vitamine, minerali. Aiuta ad alleviare i problemi gastrointestinali perché è ricco di enzimi. È anche un alimento antinfiammatorio, antimicrobico e ricco di antiossidanti e micronutrienti.

    cosa mangiare dopo le feste

    I cibi che aiutano a far ripartire la digestione dopo le abbuffate delle feste – buttalapasta.it

  • Avocado: è una fonte di grassi sani, ricco di calcio, potassio e fibre. Permette di far ripartire la funzione digestiva. Se consumato durante un pasto (circa 80 gr al giorno), può aiutare a mantenere sotto controllo i livelli di glicemia e di colesterolo nel sangue e a rendere l’intestino “felice”.
  • Mango: ricco di fibre, contiene composti amilasi che possono aiutare a sciogliere il cibo nello stomaco, facilitando così una digestione difficile e rallentata.
  • Banana: contiene una fibra solubile chiamata pectina che normalizza la funzione intestinale. Ricco di potassio e magnesio che aiutano a migliorare la salute dei batteri digestivi e a ridurre le infiammazioni nell’organismo.
  • Ananas: contiene bromelina, una combinazione di enzimi che digerisce rapidamente le proteine.
  • Kefir: è bevanda originaria del Caucaso, preparata con latte fresco di pecora, capra o vacca fermentato. Ricco di milioni di probiotici è un ottimo prodotto per l’intestino perché ottimizza il metabolismo, aiuta a regolare i processi digestivi e a pulire il tratto gastrointestinale.
  • Crauti: sono ricchi di vitamine, sali minerali e aminoacidi. Sono un alleato del benessere intestinale perché favoriscono la digestione e rinforzano la flora intestinale. 
  • Aceto di sidro di mele: contiene acido acetico, batteri dell’acido lattico e vitamine del gruppo B che lo rendono un probiotico benefico per la salute dell’intestino. Bevuto regolarmente, o aggiunto agli alimenti, accelera il metabolismo e allevia i disturbi digestivi come gonfiore e costipazione.

Un altro consiglio dopo aver mangiato troppo è quello di bere molta acqua per aumentare l’idratazione e facilitare l’eliminazione delle scorie da parte di fegato e reni. L’acqua non apporta calorie e stimola la sazietà. In caso di digestione lenta è ideale bere 1-2 bicchieri d’acqua a pasto.

Parole di Valeria Scirpoli

Potrebbe interessarti