Gli alcolici più strani al mondo: dalla vipera alle formiche rosse passando per rocce di meteoriti

gli alcolici più strani del mondo

Quali sono le bevande alcoliche più bizzarre del mondo? - buttalapasta.it

Il mondo dei drinks è pieno di alcolici e tra questi ce ne sono alcuni davvero molto strani e poco conosciuti: ecco i più bizzarri.

Si potrebbe pensare che tra gli alcolici e i super alcolici ci siano quelli più noti alla maggior parte delle persone pur nella grande molteplicità delle tipologie. In realtà non esistono solo vini, spumanti, distillati, liquori, grappe e amari. Ci sono anche dei drinks di contenuto alcolico che i più non sanno neanche che esistono e derivano dagli elementi più strani. 

gli alcolici più strani del mondo

Quali sono le bevande alcoliche più bizzarre del mondo? – buttalapasta.it

Si tratta di alcuni esotici davvero molto particolari, la cui composizione può sembrare come un intruglio e in effetti lo è. Sono perfettamente bevibili anche se molto probabilmente alcuni di essi possono non incontrare il gusto comune al quale siamo abituati. Qualcuno di questi drinks origina addirittura da rocce meteoritiche, altri da animali certamente non invitanti da mangiare, come le formiche rosse o le vipere.

È molto interessante addentrarsi in questo mondo poco conosciuto e scoprire l’esistenza di liquori che non si immaginerebbe mai potessero esser stati creati.

I liquori più strani del mondo, fatti con gli ingredienti più impensabili

In questa rassegna di liquori decisamente fuori dal comune c’è l’Umeshu. Viene dal Giappone ed è realizzato con locali prugne verdi. Precisamente sono quelle provenienti da Wakayama nell’area nipponica sudoccidentale. Ha un sapore dolce ma leggermente aspro e viene posto in grandi contenitori di vetro con le prugne sotto spirito.

gli alcolici più strani del mondo

La Grappa di serpente tra gli alcolici più strani – buttalapasta.it

Sembra di fare un viaggio nello spazio se si beve l’ Outerspace, una specifica vodka messa in una bottiglia che è una scultura con la forma di un alieno. La particolarità di questo super alcolico è che viene filtrato attraverso rocce meteoritiche che hanno oltre 4 miliardi di anni.  Legato al periodo di Halloween c’è poi l’Halloween Whisky , prodotto dalla distilleria Sons of Liberty di Rhode Island. In questo liquore si trova l’aroma della zucca tostata con chiodi di garofano, cannella, vaniglia e scorza d’arancia.

Chi ama assaggiare gusti forti e decisamente insoliti può provare l’Anty Gin, un distillato prodotto con l’infusione di numerose formiche rosse. Viene usato quello che è definito acido formico che questi insetti producono a contatto con l’alcol. In Mongolia si trova un altro liquore decisamente strano: è l’Arkhi a base di latte di mucca, ma molto spesso fatto anche con latte di cavalla o di cammella. Ha un sapore molto acido perché è realizzato con vodka distillata con yogurt fermentato.

In Sudamerica troviamo il Chica de jora, prodotto attraverso una preparazione che può suscitare disgusto. Questa bevanda fermentata si ottiene dopo che i chicchi di mais vengono masticati e sputati in un contenitore di terracotta. Gli enzimi della saliva trasformano l’amido di mais in zuccheri semplici e si avvia il processo di fermentazione.

Tra i liquori più particolari c’è anche la Grappa di serpente o Snake wine. Si produce in Vietnam e si ottiene mettendo nel distillato di riso vari tipi di rettili: vipere, cobra, lucertole. È considerato un liquore curativo per molteplici malattie. Il veleno dei rettili subisce un processi di denaturazione dall’etanolo del vino e così è reso innocuo.

Parole di Romana Cordova

Potrebbe interessarti