Pidoni fritti di Messina detti pituni o pitoni

Pidoni fritti di Messina detti pituni o pitoni

    Dalla cucina siciliana ecco i pitoni di Messina, una specie di panzerotti ripieni chiamati anche pituni o pidoni. Questi golosissimi fagotti di pasta sono farciti con verdure, in questo caso l’insalata riccia, che in molte parti d’Italia prende il nome di scarola. L’altro ingrediente tipico è il formaggio Tuma e anche le acciughe, o alici sotto sale, sono contemplate nell’esecuzione. La perfetta riuscita di questo piatto sta soprattutto nella chiusura dei pidoni stessi, quindi prestate attenzione durante il procedimento, per evitare che poi si aprano durante la frittura.

    Ingredienti

    Ingredienti Pidoni fritti di Messina detti pituni o pitoni

    • 500 grammi di farina 00 più un'altra manciata per stendere
    • 1 cubetto di lievito di birra
    • 2 litri di olio di semi per friggere
    • 200 grammi di acqua tiepida
    • 500 grammi di insalata riccia (scarole)
    • 300 grammi di Tuma o altro formaggio a pasta filata
    • Sale
    • 150 grammi di semola rimacinata
    • 50 grammi di strutto per dolci
    • 10 grammi di sale
    • 500 grammi di pomodori
    • 12 filetti di acciuga sott'olio
    • Pepe nero

    Ricetta e preparazione

    Come fare i Pidoni fritti di Messina detti pituni o pitoni

    1. Lava e taglia i pomodori a dadini, aggiungi un pizzico di sale e poi mettili a sgocciolare in uno scolapasta in modo che perdano l’eccesso di acqua di vegetazione.
    2. Lava l’insalata riccia e asciugala accuratamente, poi tagliala a striscioline.
    3. Taglia il formaggio a bastoncini.
    4. Sciogli il lievito nell’acqua tipieda.
    5. Forma una fontana su un piano di lavoro setacciando le due farine e il sale, unisci lo strutto e comincia a impastare versando l’acqua, e proseguendo poi a lavorare l’impasto per circa 20 minuti. La pasta non dovrà essere nè collosa e neanche troppo dura.
    6. Dividi questo impasto gonfio di aria in tanti pezzetti a forma di palline da ping pong e stendile in uno strato sottile.
    7. Poni su ogni strato di pasta un poco di insalata, un poco di pomodori, qualche striscia di formaggio, una acciuga e un pizzico di pepe.
    8. Chiudi l’impasto a metà facendo fuoriuscire tutta l’aria e stringi i bordi con l’aiuto di una forchetta, spingendo i rebbi per serrare il pidone.
    9. Prosegui così fino a terminare gli ingredienti.
    10. Metti abbondante olio per friggere in una pentola capiente, fallo scaldare e poi friggi i pitoni dopo averli fatti riposare almeno 5 minuti. Questi calzoni dovranno galleggiare nell’olio, durante la cottura, fino a che saranno dorati.
    11. Scolali su carta assorbente e servi tiepidi.

    Se ti sono piaciuti i pituni, prova anche i panzerotti alla romana per i tuoi antipasti golosi o uno snack pomeridiano per riprendere le forze.

    Foto di Ladypedina

    VOTA:
    5/5 su 3 voti