Anguria, il mio fruttivendolo mi ha svelato il segreto per scegliere quella più dolce al supermercato: non ho più sbagliato

come scegliere anguria dolce al supermercato

Ecco il trucco pazzesco per scegliere l'anguria più buona! - buttalapasta.it

Come scegliere l’anguria più buona? Ci sono dei trucchi e bisogna conoscerli per fare la scelta giusta al momento dell’acquisto. 

L’anguria è il frutto simbolo dell’estate. In questa stagione ne vengono consumate grandi quantità e piace per il suo gusto dolce, fresco e per l’elevato contenuto di acqua che dona anche un immediato senso di sazietà.

Mangiare l’anguria nei mesi estivi è un must: la si gusta in spiaggia o a casa in coppetta tagliata in piccoli pezzi o nella classica fetta. Con questo frutto si possono realizzare bellissime decorazioni ed esiste l’arte di intagliarlo per realizzare sculture sorprendenti.

Anche l’anguria, o cocomero, l’altro suo nome, come tutti i frutti è soggetta ad andare a male e quando è eccessivamente matura, così come al contrario quando lo è ancora troppo poco non è buona da mangiare. È importante che abbia raggiunto il giusto punto di maturazione affinché possa piacere il gusto e la consistenza. Come capire quando un’anguria è davvero buona al momento di comprarla?

I trucchi per scegliere l’anguria: come capire quando è ben matura

La consistenza della polpa di un’anguria troppo matura non è ottimale: appare molliccia e filamentosa. All’opposto quando non ha ancora raggiunto un adeguato punto di maturazione non ha un colore rosso acceso ma si presenta scolorita con ampie parti verdastre e biancastre.

Poiché l’anguria ovviamente si compra a scatola chiusa, ovvero senza sapere com’è all’interno bisogna comprendere il grado di maturazione da alcuni elementi che presenta esternamente. La prima cosa da osservare quando ci troviamo davanti un’anguria, dal fruttivendolo o al supermercato, è guardare le chiazze sulla buccia. In particolare è possibile che ne abbia una grande. Questa deve essere di colore giallo intenso: è segno che il cocomero è dolce.

come scegliere anguria dolce al supermercato

I trucchi per capire se l’anguria è ben matura – buttalapasta.it

Un altro elemento su cui porre l’attenzione è il picciolo. Non sempre si trova, ma se non è stato rimosso ed è presente deve essere secco, meglio se arricciato. L’anguria presenta le caratteristiche striature che rivestono tutta la sua scorza. Queste partono dal fondo del cocomero e si irradiano per tutta la superficie: devono essere ben definite e non semplicemente accennate oppure diseguali.

Bisogna poi analizzare bene il colore della buccia. Si sa che è verde, ma non deve essere troppo chiaro bensì scuro e intenso. Anche questo elemento fa comprendere che siamo davanti ad un’anguria con un buon livello di maturazione al suo interno. Infine c’è una prova da fare: bisogna sentirla al tatto, o meglio battendo con le mani sul cocomero il suono che fa. Bisogna battere piccoli colpi come se si bussasse la porta. Il suono che esce deve essere vuoto. Tutti questi elementi fanno sì che si possa riconoscere un buon cocomero senza sbagliare.

Parole di Romana Cordova

Potrebbe interessarti