Lievito fatto in casa: le alternative naturali

Il lievito è uno dei componenti essenziali per pane, pizze, focacce. È possibile sostituirlo con uno fatto a casa? Ecco alcuni consigli sia per le ricette dolci che per quelle salate

Lievito fatto in casa

Foto Shutterstock | Fascinadora

A chi non è mai capitato di dover fare pane, pizza, focacce e trovarsi senza lievito, magari quando i negozi sono chiusi? Scopriamo come si può rimediare in modo naturale, con del lievito fatto in casa grazie al lievito madre, o lievito di birra, a seconda delle necessità e delle preferenze. Tutto quello che serve sono ingredienti facilissimi e alla portata di tutti, che sicuramente avrete già in un angolo della vostra dispensa. Entrambi sono usati per panificare ma, come già richiamato dal nome, hanno differenze sostanziali a partire dalla composizione.

Continua a leggere

Lievito fatto in casa: quale scegliere?

Dovete fare del pane o della pizza in casa e non avete comprato il lievito? Niente paura: farlo in casa è semplicissimo e il risultato è addirittura migliore! Il lievito madre dà agli impasti una maggiore digeribilità e un sapore più intenso, ma ha tempi di azione più lunghi. Se dovete farci un prodotto da forno, dovrete preparare l’impasto il giorno diverse ore prima.

Continua a leggere

Nel lievito madre sono presenti diversi microorganismi rispetto a quello di birra, batteri “buoni” per l’organismo come il Lactobacillus. Per mantenere inalterata le sue proprietà, va rinfrescato ogni settimana.

Continua a leggere

Leggi anche

Il lievito di birra ha una scadenza più ravvicinata e prevede tempi di lievitazione più brevi . Per fare pane e pizza, solitamente, si fa lievitare l’impasto dalle 2 alle 3 ore. Alla velocità nella lievitazione si somma una consistenza leggera del prodotto finito, ma anche (soprattutto per chi ha intolleranze alimentari) una minore digeribilità.

Lievito madre: come si fa?

Lievito fatto in casa
Lievito madre Foto Pixaby | Thomas Bock

Come agente lievitante naturale, il lievito madre va costantemente “coccolato”. Significa che, una volta fatto, dovrete andare a rinfrescarlo a cadenza regolare per evitare che esaurisca la sua capacità fondamentale: la fermentazione.

Continua a leggere

Continua a leggere

Acqua e farina sono i due ingredienti di base di questo lievito, da re-impastare con costanza per preservarne l’attività. Se si procede nel modo corretto e con la giusta cura, il lievito madre così prodotto può durare diversi anni! È perfetto per il pane fatto in casa, ma qual è la sua ricetta?

INGREDIENTI

  • 200 g di farina tipo 0
  • 100 ml d’acqua
  • Barattolo in vetro

PREPARAZIONE

  • Versate la farina a fontana in una ciotola
  • Scaldate l’acqua in modo da renderla tiepida
  • Versate gradualmente l’acqua nella farina, impastando fino a ottenere un impasto di consistenza morbida (non deve essere appiccicoso)
  • Infarinate il barattolo di vetro e deponetevi l’impasto all’interno, incidendovi una croce in superficie con un coltellino
  • Coprite con pellicola trasparente e fate riposare per 48 ore, possibilmente in ambiente a temperatura tra 22°25°C

Rinfresco

Trascorse 48 ore si può procedere a rinfrescare la pasta. Per farlo serviranno 200 g dell’impasto originario a cui aggiungere altri 200 g di farina 0 e 100 ml di acqua. Una volta re-impastato, far riposare per altre 48 ore e questo procedimento va ripetuto per almeno 15 giorni.

Lievito di birra, perfetto per le ricette salate

Lievito fatto in casa
Foto Pixaby | Hans Braxmeier

Il lievito di birra è un agente lievitante prodotto da microorganismi noti come Saccharomices cerevisiae, e in commercio si trova in panetti (fresco) oppure in polvere (secco). Perfetto per preparare pizze e focacce, è facilissimo da preparare a casa ma bisogna averne un po’ per partire con il procedimento.

Continua a leggere

Continua a leggere

INGREDIENTI

  • 25 g lievito di birra fresco (oppure 8 g secco)
  • 25 ml acqua
  • 60 g farina 0

PREPARAZIONE

  • Sciogliete il lievito nell’acqua tiepida
  • Aggiungetevi gradualmente la farina e impastate
  • Una volta ottenuto un panetto, deponetelo in un contenitore a chiusura ermetica e mettete in frigo
  • Mettetene sempre 25 g da parte per rifarlo

Lievito fatto in casa con il bicarbonato

Lievito fatto in casa
Lievito fatto in casa

In alternativa, c’è anche la soluzione del bicarbonato, ingrediente utile non solo nel campo delle pulizia della casa e per creare ricette dolci o salate. Può essere usato, infatti, per creare un lievito casalingo davvero ottimo e pronto in pochissimo tempo. Non essendo un agente lievitante in sé, va miscelato con sostanze acide (come aceto, succo di limone, latte oppure yogurt) per poi esaltare la sua capacità di liberare anidride carbonica e produrre le bolle di gas utilissime alla creazione di prodotti da forno a lievitazione.

INGREDIENTI

  • 2 g di bicarbonato di sodio
  • 1 cucchiaino di aceto (o succo di limone o 100 g di latte o 100 g di yogurt)

PREPARAZIONE

La preparazione è semplicissima e consigliamo di procedere ogni volta che vi trovate nell’esigenza di creare un lievito istantaneo di questo tipo (utile a una dose di 500 g di farina), soprattutto perché non è a lunga conservazione.

Continua a leggere

Continua a leggere

  • Mescolate il bicarbonato, nelle dosi indicate dalla ricetta, con l’aceto oppure con del succo di limone, del latte o dello yogurt
  • Il lievito così preparato è già pronto all’utilizzo.

Parole di Giovanna Tedde

Giornalista pubblicista, mi occupo da anni di contenuti web in salsa multicolor: dalla cronaca nera a quella rosa, passando per approfondimenti sull'attualità e una sana dose di buona cucina…

Da non perdere