Trovi sempre il cioccolato molliccio o sciolto in estate? Come conservarlo al meglio

Cioccolato in estate: come conservarlo

Come si conserva il cioccolato d'estate (buttalapasta.it)

Estate e cioccolato non vanno molto d’accordo: lo trovi sempre molliccio e sciolto? Ecco come conservarlo affinché resti perfetto e delizioso.

Il cioccolato è una delizia senza rivali che mettere d’accordo grandi e piccini. Che sia al latte, fondente o bianco, gustarne un quadratino di tanto in tanto è un piacere a cui non sappiamo rinunciare, quale che sia la stagione che stiamo vivendo. In estate, tuttavia, è comune ritrovarsi ad avere a che fare con barrette sciolte o mollicce, a causa del caldo e delle alte temperature. Ciò significa dover rinunciare a questo capolavoro? No, assolutamente: basta sapere come conservare al meglio il cioccolato affinché resti delizioso.

A tutti sarà capitato di aprire una barretta di cioccolato nei mesi estivi e rendersi conto che, sciolto o molliccio, questo non ha proprio lo stesso sapore a cui siamo abituati. Molti si chiedono, dunque, in che modo preservarlo durante la bella stagione: ecco qual è il migliore e come dovremmo procedere.

Cioccolato in estate, come conservarlo: l’errore comune che fanno in molti

Iniziamo col dire che il cioccolato è sensibile agli sbalzi di temperatura. Che si tratti di caldo o di freddo. Per tale ragione sistemarlo in frigo, come molti fanno all’arrivo dell’estate, non è l’idea migliore. Quante volte ci è capitato di ritrovarlo ricoperto di una strana patina bianca? Ebbene, ciò non significa che non sia più buono da mangiare, ma, tuttavia, il gusto potrebbe risultare alterato e non è certo ciò che vogliamo. Qual è, allora, il modo giusto di conservarlo quando fa caldo?

Cioccolato in estate, attenzione all'errore

Conservare il cioccolato quando fa caldo: le opzioni (buttalapasta.it)

Escluso il frigo per il motivo appena citato, abbiamo due opzioni. La prima è un luogo fresco e asciutto, lontano dai raggi solari, dove la temperatura non superi i sette gradi. Una cantina, ad esempio o una dispensa posta in un luogo “freddo” della casa. Poiché non tutti possediamo un tale angolo in casa, però, occorre spesso affidarsi alla seconda opzione.

Parliamo del freezer. Forse non tutti sanno che il cioccolato si può congelare. Basta sistemarlo in appositi sacchetti per alimenti o in un recipiente a chiusura ermetica. L’unica accortezza da avere è di scongelarlo nel modo giusto per evitare che il gusto si alteri. Come abbiamo detto, infatti, questo prodotto è sensibile agli sbalzi di temperatura. Dunque, quando vorremo gustarlo, dovremo prima spostarlo dal congelatore al frigo, in modo che si scongeli poco alla volta prima di gustarlo.

Parole di Angelica Gagliardi

Potrebbe interessarti