Insalata di riso rosso

Insalata di riso rosso

  • facile
  • 1 ora e 15 minuti
  • 4 Persone
  • n.d.

insalata di riso rosso

Questa ricetta dell’insalata di riso rosso proviene dalla cucina orientale, esattamente dal Bhutan, ed è una preparazione particolare a base di verdure, frutta spezie e tofu, vegana e davvero squisita. Il riso rosso è un alimento tipico del Bhutan e viene coltivato da migliaia di anni a circa 2.700 metri di quota, irrigato con acque glaciali particolarmente ricche di minerali. Lo si ritrova per tradizione nelle vallate settentrionali del Paese, e viene coltivato manualmente, senza alcun ricorso a fertilizzanti chimici e pesticidi. Gli estimatori considerano il riso rosso del Bhutan superiore alle varietà più comuni. Questo piatto, che è una delle tante ricette dell’insalata di riso, è ricco di fibre e proteine, e con i suoi colori, oltre ad essere sano è anche un piatto freddo molto invitante.

Ingredienti

  • 4 stelle di anice stellato
  • 2 peperoncini rossi secchi privati dei semi
  • 1 cucchiaio di semi di finocchio
  • 1 cucchiaino di chiodi di garofano
  • 1 bastoncino di cannella da 5 cm rotto in pezzi
  • 1/2 tazza di salsa di soia
  • 1/4 di tazzza di aceto di riso
  • 1 cucchiaio di Mirin (sakè dolce giapponese da cucina)
  • 2 cucchiaini di olio di sesamo nero (o olio si semi di girasole)
  • 1 cucchiaino e mezzo di miscela delle 5 spezie cinesi
  • 1 cucchiaio di zenzero grattugiato

Preparazione

  1. Prima di tutto tostate le 5 spezie cinesi in una padella asciutta e tritatele in una polvere fine con un macinino o in un mortaio.
  2. Portate l’acqua a bollore, aggiungete un pizzico di sale, versate il riso, mescolate, coprite e abbassate la fiamma a fuoco medio, cuocete per 35 minuti.
  3. Nel frattempo mettete tutti gli ingredienti della marinata in una ciotola, aggiungete il tofu a dadini e tenete da parte per 30 minuti o finché il riso non sia cotto.
  4. Tagliate i cipollotti a fettine sottili, il peperone rosso a dadini, il cavolo a pezzetti o striscioline e il mango a cubetti e mettete da parte.
    Potete usare altro fogliame verde al posto del cavolo.
  5. Togliete dal fuoco il riso e lasciate riposare per 10 minuti, stemperate con una forchetta, cioè mescolate per separare i chicchi.
  6. In una grande pentola unite il tofu insieme alla marinata e portate a bollore.
  7. Aggiungete il cavolo e portate il tutto a cottura, basteranno 5 minuti.
  8. Trasferite il cavolo con la marinata e il tofu in una padella tipo wok, aggiungete il riso e tutti gli altri ingredienti, spolverate con il coriandolo tritato e fate cuocere a fuoco basso per due minuti, per amalgamare i sapori, regolate di sale e pepe.
  9. Guarnite con i semi di sesamo tostati e servite.

Riso rosso: origini, proprietà e benefici

Il riso rosso è una varietà di riso orientale, la coltivazione avviene in Tailandia e in Indonesia, ma anche nella Pianura Padana e nel Sud della Francia, dove troviamo il riso rosso della Camargue. È un riso pregiato, che cresce in terreni argillosi, spesso allo stato selvatico e quindi ha un sapore aromatico e inconfondibile. Si tratta di un riso a chicco lungo di colore rosso scuro, normalmente di tipo integrale, spesso da coltivazione biologica, che richiede tempi di cottura più lunghi ma ha il vantaggio di contenere più fibre e sali minerali, come il fosforo e il magnesio, che lo rende benefico per le ossa. È un alimento povero di grassi e una fonte di carboidrati ma apporta al nostro organismo anche proteine vegetali, è fonte di antiossidanti e viene consigliato per favorire il funzionamento corretto dell’intestino, per tenere sotto controllo i livelli di colesterolo nel sangue e aiuta a ridurre il rischio di obesità e ad abbassare la glicemia. L’abbinamento ideale del riso rosso integrale, come per le altre varietà di riso e di cereali, è con i legumi, ceci e fagioli in particolare, ma potete abbinarlo anche alla carne, con la salsiccia ad esempio il connubio è perfetto. Non disdegna nemmeno l’accoppiamento con il pesce. E naturalmente, data la sua provenienza dall’Oriente, coem abbiamo visto è molto usato anche per le ricette vegane, o vegetariane, molto con la frutta, in special modo con quella esotica o anche con l’uva, alla francese. Potete comprarlo nei negozi di prodotti biologici, nelle botteghe del commercio equo e solidale e anche online. Per ridurre i tempi di cottura, che di solito si attestano intorno ai 35-40 minuti, potete lasciarlo in ammollo per qualche ora, come fate per i legumi. Oltre che per le insalate di riso, potete utilizzarlo in particolare per sformati e timballi, visto che facilmente rimane molto compatto.

Bevanda consigliata

Per restare leggeri e in linea con la ricetta dell’insalata di riso rosso del Bhutan consigliamo di pasteggiare con un buon té verde. Foto di Tanya

Parole di Manuela Deleo