Ricette conserve: peperoni sott’olio

  • Commenti (6)
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

Peperoni-sotto-olio

Ecco come preparare dei semplicissimi peperoni sott’olio, che saranno un gustoso antipasto o un buon contorno per piatti di carne, e vi permetteranno di portare in tavola un ricordo dell’Estate. Per una perfetta riuscita ricordate che occorrono prodotti di ottima qualità, barattoli con coperchi o guarnizioni nuove, scrupolosa igiene, e molta cura nel riempire i barattoli, in modo da eliminare ogni bolla d’aria. I peperoni conservati in questo modo durano fino ad un anno, ma una volta aperto il barattolo solo pochi giorni e devono essere tenuti in frigorifero.

Ingredienti per i peperoni sott’olio

  • peperoni sott'olio
  • peperoni arrostiti sott'olio
  • Peperoni farciti tonno sott'olio
  • peperoni rossi e gialli
  • peperoni sott'aceto
  • pizza con i peperoni sott'olio

Preparazione

Lavate ed asciugate accuratamente i peperoni. Tagliateli a strisce per il lungo, eliminando i semi ed i filamenti. Metteteli al sole per almeno mezza giornata per farli un po’ asciugare.

Deponete i peperoni in una pentola e ricopriteli completamente di aceto di vino bianco a cui dovete aggiungere 1 cucchiaino di sale qualche grano di pepe e qualche foglia di alloro. Portate il tutto ad ebollizione e fate bollire per 3 o 4 minuti. Scolate i peperoni e fateli asciugare al sole di nuovo per mezza giornata.

Disponete i peperoni in tre barattoli sterilizzati, unendo in ogni barattolo 2 o 3 spicchi di aglio e 6 o 7 foglie di basilico. Riempite poi i barattoli con olio d’oliva extra vergine coprendo completamente i peperoni, ed assicurandovi che non rimangano bolle d’aria.

Chiedete ermeticamente i barattoli e lasciateli riposare in un luogo fresco ed asciutto. Aspettate almeno qualche settimana prima di gustarli, poi si conserveranno per almeno un anno.

Sab 14/08/2010 da in

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
16 ottobre 2010 13:34

speriamo proprio che la ricetta sia migliore della grammatica. Quel “rimanghino” fa venire la pelle d’oca…

Rispondi Segnala abuso
GIeGI
GIeGI 16 ottobre 2010 17:47

sorry, corretto, ma l’errore era nel dattiloscritto della ricetta dataci da un conoscente

Rispondi Segnala abuso
Marco 13 novembre 2010 16:02

Li ho fatti anche io, non ho usato basilico ma + o – ho seguito la ricetta.
Devo dire pero’ bellissime foto e ottima presentazione bravi.

Rispondi Segnala abuso
Roberta 14 settembre 2011 11:37

Salve…
Vorrei tanto provare a farli, ma non mi piace proprio il sapore del aceto. Si può fare senza doverli bollire nel acceto? Magari li faccio bolire “normalmente”. Si potrebbe fare?

Rispondi Segnala abuso
GIeGI
GIeGI 14 settembre 2011 12:52

Assolutamente no, l’aceto è importantisssmo per la conservazione
Senza aceto o marciscono e lo vedi, o si forma il botuino e non lo vedi ma e’ mortale
potresti provare questa ricetta
http://www.buttalapasta.it/articolo/ricette-peperoni-arrostiti-e-in-barattolo-per-gustarli-tutto-lanno/2821/

che richiede pero’ poi di sterilizzarli

Rispondi Segnala abuso
Roberta 14 settembre 2011 13:30

GRAZIE MILLE! Farò il secondo… gli dovrò perÒ STERELIZZARE… GRAZIE!

Rispondi Segnala abuso
Seguici