Arriva la dieta anti stanchezza, cosa mangiare per recuperare le energie e sentirsi in forma

Dieta contro la stanchezza

Dieta: cosa mangiare contro la stanchezza - buttalapasta.it

Con il cambio di stagione arriva la dieta anti stanchezza, ecco cosa mangiare per favorire il recupero delle energie e affrontare l’arrivo dell’inverno.

Quando parliamo di dieta anti stanchezza non intendiamo necessariamente un regime alimentare ipocalorico, cioè non si tratta di una dieta finalizzata alla perdita di peso e al dimagrimento quanto più ad un tipo di alimentazione ben bilanciato che apporti all’organismo la giusta quantità di vitamine e minerali. Questi elementi sono i vostri alleati per recuperare l’energia e stare in forma.

Allora vi starete chiedendo quali sono gli alimenti da preferire e portare in tavola per combattere la stanchezza e sentirsi nel pieno delle proprie forze. Il consiglio dei nutrizionisti è sempre quello: occorre variare l’alimentazione. Questo è importante per consentire all’organismo di poter assimilare tutti i tipi di nutrienti che possono favorire una sana crescita del microbiota intestinale e che vadano a nutrire il sistema immunitario.

Ma ovviamente ci sono alcuni alimenti che è meglio non far mancare mai sulla tavola. Vediamo quali sono.

Come comporre la dieta anti stanchezza

Rispondiamo prima di tutto con una premessa, bisogna cercare di abbassare la quantità di radicali liberi. Poiché sono causa di stress ossidativo nelle cellule e di infiammazione, che porta alla sensazione di stanchezza, che può anche diventare cronica. Per evitare la sensazione di debolezza potete scegliere degli alimenti detox che aiutano a eliminare le tossine e ritrovare il benessere.

Dieta anti stanchezza, cosa mangiare alimenti

Dieta anti stanchezza – buttalapasta.it

In sostanza non dovete mai far mancare la frutta e la verdura che sono ricche di vitamine. In particolare dovete prediligere gli alimenti che contengono un’alta percentuale di vitamina A e di vitamina C. Per quanto riguarda la vitamina A scegliete verdure a foglia verde come spinaci o cicoria, verdura e frutta di colore rosso e arancione: peperoni, zucche, carote, pomodori, ecc. Sono buone fonti anche le uova (il tuorlo), le frattaglie, carne e pesce.

Per quanto riguarda la vitamina C, noto elemento antiossidante e immunostimolante, potete mangiare cibi crudi, preferibilmente, perché la vitamina C teme le alte temperature. Quindi oltre alla frutta a più alto contenuto di vitamina C come kiwi, fragole, uva, ribes, papaya, ananas, melone, mango, lamponi, mirtilli e alla solita spremuta di arancia potete portare in tavola anche le crucifere (broccoli, cavoli, cime di rapa). Il consiglio è di condire i piatti con prezzemolo, anch’esso ricco di vitamina C.

Infine vanno citati i minerali che contribuiscono a dare tono e vitalità all’organismo: Zinco, Selenio, Rame. Ostriche, frutti di mare, aringhe e uova sono ricchi di Zinco, Rame e Selenio. Così come i legumi e i semi di sesamo, di girasole e di zucca. Fate il pieno di frutta secca a guscio e cereali integrali, miglio e quinoa come anche verdure a foglia larga (spinaci e lattuga), aglio e frattaglie, oltre che uova.

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrive per il web dal 2007 di cronaca italiana ed estera, politica e costume. La sua passione è la buona cucina, non solo le ricette della tradizione gastronomica italiana e internazionale ma anche piatti originali e particolari. Divide il tempo libero tra musica, cinema, libri e fumetti d'autore.

Potrebbe interessarti