Settimana detox: cosa mangiare per depurarsi in poco tempo

Per eliminare le tossine e depurare l'organismo serve bere molta acqua e fare esercizio fisico, ma anche mangiare tanta frutta e verdura! Ecco una serie di esempi di menu per fare la dieta detox da un giorno a una settimana.

piatto con cibi da mangiare in una settimana detox

Foto Shutterstock | zarzamora

Se durante le vacanze avete esagerato con i pranzi e le cene in compagnia degli amici, e volete sapere cosa mangiare in una settimana detox tutta dedicata a depurare l’organismo, vi diamo qualche indicazione utile. Ricordate però che la dieta detox non serve a dimagrire ma ad aiutare reni, fegato e intestino nel loro lavoro di purificazione dell’organismo dagli stravizi e dai pasti errati che li hanno appesantiti.

Anche se c’è l’abitudine di associare la dieta detox a frullati e bevande drenanti, in realtà questo tipo di dieta disintossicante prevede l’assunzione di cibi solidi ricchi di antiossidanti, di fibre, di sali minerali e vitamine. Va comunque detto che l’organismo elimina tossine ed elementi dannosi in maniera naturale. Quello che possiamo fare per aiutare il nostro organismo è senza dubbio fare più attività fisica, bere molto e riposare correttamente. Scopriamone di più.

Cosa mangiare in una settimana detox

frutta e verdure di stagione per la spesa di maggio
Foto Shutterstock | PhotoIris2021

Cosa mangiare in una settimana detox? Non basta seguire delle ricette light per tornare in forma, anzi, facciamo prima a dire cosa non mangiare in una settimana detox. Prima di tutto dite addio agli alcolici e al caffè (e anche alla sigaretta che l’accompagna…). Vanno evitati gli zuccheri, quindi anche il miele, lo sciroppo di acero e qualsiasi tipo di dolcificante artificiale.

Sono banditi i carboidrati, quindi niente cereali raffinati (grano, orzo, farro, riso, segale, avena, ecc) e derivati come pane, biscotti, dolci e pasta. Dimenticatevi anche di latticini e derivati come i formaggi. Poi è meglio evitare la carne rossa e ovviamente i salumi e qualsiasi tipo di cibo fritto.

Cosa ci resta da mangiare in una settimana detox, quindi? Gli alimenti consentiti nella dieta detox sono la frutta fresca anche come merenda light, la verdura, i legumi, i semi oleosi, lo yogurt, il pesce, le uova. Eccezionalmente si possono assumere cereali integrali. Per condire sono ammessi l’olio extravergine di oliva, l’aglio crudo, lo zenzero e la curcuma. Il sale andrebbe eliminato totalmente.

Quanto deve durare la dieta detox

bicchieri con cocktail analcolico pompelmo e zenzero
Foto Shutterstock | NoirChocolate

Quanto deve durare la dieta detox? Da un minimo di un giorno (digiuno terapeutico) a un massimo di sette giorni in un mese, a differenza della dieta Pegan che dura 365 giorni. L’importate, per tutta la durata della dieta è assumere una elevata quantità di acqua naturale (almeno due litri) per favorire il processo (assolutamente naturale) di eliminazione delle tossine.

Esempi di dieta detox

frullati di frutta
Foto Shutterstock | Elena Shashkina

Ecco alcuni esempi di dieta detox da seguire soltanto per un giorno oppure per tre giorni, cinque e fino a un massimo di sette giorni:

Dieta detox da un giorno

Durante la dieta detox per un giorno non si mangiano alimenti solidi per favorire l’effetto drenante della frutta e della verdura, quindi di solito si bevono succhi, tisane e centrifugati.

Questa sorta di digiuno dai cibi solidi è utile quando si è reduci da giorni e giorni di esagerazioni a tavola e si vuole dare un po’ di tregua a fegato e reni.

Dieta detox da tre fino a sette giorni

Se volete seguire una piccola dieta detox da un minimo di tre giorni a un massimo di sette, ecco alcune delle ricette di piatti che potete preparare per la colazione, il pranzo e la cena.

Ricordiamo che è sempre meglio privilegiare il consumo di verdure rispetto al pesce, i cereali (meglio se riso, avena e mais) devono essere integrali e vanno evitati sale e condimenti contenenti glutammato ed esaltatori di sapidità.

Controindicazioni

macedonia di agrumi
Foto Shutterstock | Madlen

Riguardo la dieta detox ci sono delle particolari problematiche generali da tenere presente, come effetti collaterali tipo nausea, stanchezza e irritabilità o squilibrio elettrolitico dovuto a un temporaneo digiuno). Inoltre la dieta detox presenta comunque delle controindicazioni. Quindi non è adatta a chi ha la pressione alta, a chi ha il diabete, a chi soffre di problemi cardiaci, epatici, renali e alla tiroide, alle donne in gravidanza o che stanno allattando i propri piccoli. Anche gli anziani e chi è sottopeso dovrebbero consultare il medico prima di intraprendere un cambio del regime alimentare.

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrivo per il web dal 2008. Mi occupo di cronaca italiana ed estera, politica e costume. Naturopata appassionata del vivere green e della buona cucina, divido il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d'autore.