Colla di pesce, spesso non si scioglie nei dolci? Il trucco per evitare che accada

colla di pesce non si scioglie

Ecco come usare la colla di pesce e i trucchi se non si scioglie - buttalapasta.it

Come si usa la colla di pesce? Come fare per farla sciogliere perfettamente nei dolci? Ecco i consigli degli esperti per usare la gelatina.

La gelatina alimentare, anche conosciuta come colla di pesce, è uno degli ingredienti che si usano per la preparazione di ricette dolci o salate. La sua caratteristica principale è quella di addensare i composti, per cui risulta molto utile per realizzare dessert al cucchiaio come panna cotta o budini, cheesecake, torte bavaresi, torte di frutta fresca, ecc.

Ovviamente si può usare anche per preparazioni salate come aspic di verdure, tartine miste con la maionese o senza, carne in gelatina, ecc. La sua funzione all’interno dei dolci è di addensare, come abbiamo detto.

Se invece viene posta sopra ai cibi ha lo scopo di non farli ossidare perché in pratica fa da barriera tra il cibo e l’aria. Per questo è usata sulla frutta tagliata o sulla maionese, che così restano di colore vivido e non si seccano. Ma cosa fare se la colla di pesce non si scioglie?

Come usare la colla di pesce

Avete deciso di fare dei dolci al cucchiaio e dovete usare la colla di pesce. Come si usa alla perfezione? Ve lo svelano i nostri esperti. Prima di tutto facciamo un identikit della colla di pesce. La gelatina in fogli, nonostante il nome “colla di pesce”, ora non si produce più da scarti del pesce ma dal maiale. È molto facile da usare e in genere si presenta sotto forma di fogli trasparenti tendenti al giallo e molto sottili, del peso di due grammi.

Tipi di colla di pesce

Tipi di colla di pesce per ricette dolci o salate – buttalapasta.it

Per usarla ci sono due modi, cioè metterla in ammollo in acqua fredda per poi strizzarla e aggiungerla ad un componente liquido (brodo, latte, acqua, panna nel caso delle cheesecake) che va scaldato o portato a bollore, oppure scioglierla direttamente senza l’uso di liquidi per poi aggiungerla agli altri ingredienti della preparazione.

Ovviamente il modo di integrarla con gli altri ingredienti dipende dalla ricetta che state preparando. Se la ricetta prevede l’uso di un brodo, nel caso di gelatina da impiegare in ricette salate, o di latte in caso di creme, o un succo di frutta nel caso di coperture per dolci, ecc, basta scaldare o portare a bollore la componente liquida.

Quindi dovete ammollare la gelatina in acqua per dieci minuti, poi strizzarla e unirla all’ingrediente liquido caldo, mescolare in modo che si sciolga. Se la ricetta non prevede alcun componente liquido sciogliete in un pentolino, a fiamma bassissima, la gelatina dopo averla ammollata senza strizzarla. Poi ogni pietanza che prevede la gelatina va fatta riposare in frigo per almeno sei ore.

Cosa fare se la gelatina non si scioglie bene o fa dei grumi? Potete tranquillamente filtrare il composto in un colino a maglie strette in modo da rendere omogeneo il tutto.

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrive per il web dal 2007 di cronaca italiana ed estera, politica e costume. La sua passione è la buona cucina, non solo le ricette della tradizione gastronomica italiana e internazionale ma anche piatti originali e particolari. Divide il tempo libero tra musica, cinema, libri e fumetti d'autore.

Potrebbe interessarti