Hai mai provato gli sgabei? Questi finger food fritti e dorati ti conquisteranno fin dal primo assaggio

Sgabei ricetta

Sgabei, il finger food gustoso - Foto Facebook @Cooperativa di Comunità "Terre del Magra" - buttalapasta.it

Scoprite (o riscoprite) la ricetta degli sgabei fritti, uno stuzzichino della cucina povera tipico della Lunigiana.

In Lunigiana, tra Liguria e Toscana, sono nati gli sgabei, degli snack tipici della cucina povera che in genere si accompagnano a salumi e formaggi per l’aperitivo o come antipasto. Sono facili da fare e siamo sicuri che vi piaceranno.

La loro particolarità è la forma, che può essere anche irregolare e non necessariamente lunga e dritta. Il motivo è che siccome si parte in genere da un impasto già tagliato, cioè dagli avanzi ottenuti dopo aver fatto qualche altra ricetta, ovviamente la forma deriva dai resti. I pezzi vengono tuffati nell’olio ben caldo e l’antipasto con gli sgabei è pronto!

Ricetta degli sgabei

Gli sgabei sono dunque dei pezzi di pasta di pane fritta, la ricetta nasce dall’uso di riciclare gli avanzi dell’impasto per non sprecare nulla. La tradizione vuole che gli sgabei si gustino con affettati e salumi e con formaggi di vario tipo, sia freschi che stagionati.

sgabei ricetta

Sgabei fritti, da provare! – Foto Facebook @Chiara Lertola – buttalapasta.it

Potete portarli in tavola come antipasto, magari vicino a dei sottaceti o sott’oli fatti in casa, oppure come stuzzichino per l’aperitivo. Siccome l’impasto ha un sapore abbastanza neutro potete gustare gli sgabei anche con il miele, la marmellata o una crema spalmabile alla nocciola o al cioccolato. In questo caso evitate la spolverata di sale finale.

Ingredienti

  • Farina 0 500 gr
  • Acqua tiepida 280 ml
  • Olio extravergine di oliva 15 ml
  • Lievito di birra fresco 1 cubetto 25 gr
  • Sale 10 gr
  • Olio di semi di arachidi per friggere qb

Preparazione

Iniziate la preparazione della ricetta degli sgabei preparando l’impasto. Prendete una ciotola ampia e versateci dentro la farina, unite l’olio, sciogliete il lievito nell’acqua e aggiungete il tutto alla prima. Cominciate a lavorare l’impasto e quando risulta già incordato e aggiungete il sale.

Lavorate l’impasto finché non otterrete una palla liscia e omogenea. Mettetela in una ciotola e coprite con pellicola, fate lievitare per circa 2 ore, fino al raddoppio del volume. Dopo che sarà trascorso il tempo di riposo riprendete l’impasto e stendetelo sul piano di lavoro lavorandolo con il matterello.

Tirate una sfoglia di un centimetro circa e tagliate delle strisce lunghe tre centimetri e lunghe 15. Sistemateli su una teglia e coprite con un canovaccio, lasciate lievitare un’altra ora. Ora potete friggere gli sgabei, ponete l’olio di semi di arachidi in una padella e quando e caldo immergete pochi sgabei alla volta, girateli per farli dorare e scolateli quando saranno ben dorati. Terminate con una spolverata di sale.

Potete fare gli sgabei per i vostri antipasti sfiziosi delle occasioni speciali!

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrive per il web dal 2007 di cronaca italiana ed estera, politica e costume. La sua passione è la buona cucina, non solo le ricette della tradizione gastronomica italiana e internazionale ma anche piatti originali e particolari. Divide il tempo libero tra musica, cinema, libri e fumetti d'autore.

Potrebbe interessarti