La tartare di tonno non ti viene buona perché commetti un errore comune: ti svelo il segreto per farla perfetta

ricetta della tartare di tonno

Le regole per una tartare di tonno perfetta - buttalapasta.it

Per fare una tartare di tonno in modo perfetto esiste un segreto, un accorgimento che fa evitare di commettere un errore molto frequente. 

La tartare di tonno è un piatto molto gustoso e raffinato, che prevede un procedimento abbastanza semplice. Antipasto leggero e saporito, si compone di tonno tagliato in piccoli pezzi e condito con un’emulsione a base di olio, succo e scorza di agrumi.

Sono poche le regole da seguire per realizzare una tartare di tonno buona e perfetta sotto il profilo salutistico, ma devono essere eseguite con precisione, a partire dalla fase dell’abbattimento del pesce, per proseguire con il  taglio “a coltello”, e poi passare alla marinatura.

È fondamentale che il tonno sia freschissimo e di buona qualità, non solo per una questione relativa al gusto, ma soprattutto per la salute. Trattandosi di pesce da mangiare crudo è essenziale che il tonno sia abbattuto per evitare il rischio della presenza di Anisakis, un genere di vermi, parassiti che abitano gli organismi marini e che sono nocivi per l’uomo.

Come realizzare una tartare di tonno buona e salutare: le regole da non dimenticare

Se il tonno non è già stato abbattuto, per la preparazione della tartare bisogna prima metterlo in freezer per 48 ore. La parte migliore per questa pietanza è il filetto perché è la più magra e ha un colore intenso e un sapore delicato. Dopo aver tagliato il tonno a fettine si procede a ridurlo in pezzetti.

La marinatura non deve sovrastare il gusto del tonno ma esaltarlo: è importante quindi dosare bene gli ingredienti. Si possono aggiungere erbe aromatiche per profumare e anche spezie come il pepe nero. Ecco la ricetta nel dettaglio. Le dosi sono per 2 porzioni.

regole per fare la tartare di tonno

Ingredienti e preparazione della tartare di tonno – buttalapasta.it

Ingredienti

  • 200 g di filetto di tonno
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva o olio di semi di sesamo
  • Scorza e succo di limone
  • Timo q.b.
  • Finocchietto selvatico q.b.
  • Menta q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe nero macinato q.b.
  • 1 spicchio d’aglio (facoltativo)

Preparazione

  1. Dopo aver effettuato l’importante fase dell’abbattimento si passa a tagliare il tonno prima a fettine, poi a striscioline e infine a pezzetti. È bene che il taglio sia sottile.
  2. Trasferire i pezzetti di tonno in una ciotola e condire con sale e una spolverata di pepe nero. Versare l’olio e aggiungere il succo e la scorza del limone e le erbe aromatiche tritate finemente.
  3. Se piace, si può inserire anche uno spicchio d’aglio schiacciato per far rilasciare l’aroma e poi toglierlo alla fine della marinatura.
  4. Si mette perciò a marinare la tartare per 30 minuti a temperatura ambiente e poi per servirla disporla sul piatto dentro un coppapasta per darle una forma.

Consigli

Se si desidera un sapore particolarmente delicato è meglio optare per l’uso dell’olio di semi di sesamo, se invece si preferisce sentire le note più intense e corpose dell’olio d’oliva usare quello. Inoltre, è importante che le erbe aromatiche siano fresche: in alternativa a quelle indicate si può usare anche l’erba cipollina, la salvia.

Parole di Romana Cordova

Potrebbe interessarti