Piatto troppo piccante: con questi trucchi non dovrai buttarlo più

Come recuperare piatto piccante

Come recuperare un piatto piccante, rimedi della nonna (buttalapasta.it)

Hai esagerato con il peperoncino e ora il piatto è troppo piccante da mangiare? Ecco come rimediare per recuperarlo e portarlo in tavola.

Non sempre le ciambelle riescono con il buco e a volte il piatto che volevi insaporire con un poco di peperoncino diventa troppo piccante perché ne cade troppo o non ti sei regolato con la quantità. Niente paura, non devi buttare tutto, ma puoi recuperarlo seguendo i nostri consigli. Continua a leggere e scopri come recuperare un piatto troppo piccante con i rimedi della nonna.

Il peperoncino o lo ami o lo odi, ma anche tra gli estimatori a volte può capitare di sbagliare le quantità ed aggiungerne troppo al piatto con il risultato di renderlo, in pratica, immangiabile! Si può sempre rimediare. Tieni presente che l’alcaloide responsabile delle piccantezza, la capsaicina, non è idrosolubile, quindi non ti scioglie in acqua ma è liposolubile, cioè si scioglie nei grassi.

Come recuperare il piatto troppo piccante

Ci sono diversi metodi che potranno esserti utili se vuoi recuperare un piatto troppo piccante. Vediamo di seguito alcuni trucchi e quali sono gli ingredienti da usare per moderare la piccantezza di un piatto troppo piccante per non doverlo buttare via. Ovviamente sceglierai il metodo migliore in base agli ingredienti che sono protagonisti del tuo piatto.

Rimedi piatto con troppo peperoncino piccante

Come rimediare e salvare un piatto con troppo peperoncino piccante (buttalapasta.it)

1) Latte, yogurt, panna, burro e formaggio. Con il latte e i suoi derivati fai sciogliere nel loro grasso la capsaicina del peperoncino che dunque tende ad allentare la sua piccantezza. Inoltre la proteina contenuta nei latticini, cioè la caseina, va a creare uno scudo sui recettori della sensazione di piccantezza. Sono indicati per zuppe, sughi, verdure, carni e pesci. Insomma vanno bene per tutto ed è certamente il metodo più efficace.

2) Limone, agrumi, aceto. Aggiungere succo di limone, di arancia, di lime, di pompelmo o di cedro e bergamotto, insomma di agrumi, per aumentare la nota aspra e acida è un metodo usato soprattutto per mitigare la piccantezza di pietanze a base di carne o di pesce. Viene spesso usato anche l’aceto, soprattutto in caso di carni rosse in umido al pomodoro.

3) Patate e carote. I tuberi bolliti con la loro dolcezza andranno a mitigare il piccante di ogni piatto.

4) Cereali. Se hai un contorno o un secondo piatto troppo piccante puoi servirlo insieme a dei cereali bolliti. Ad esempio del riso bianco o basmati, del cous cous o della polenta.

5) Zucchero o miele. Il piatto troppo piccante può essere sistemato con zucchero o miele, ma questo è un metodo adatto solo ai più esperti. In genere lo zucchero semolato si aggiunge a salse o sughi di pomodoro mentre il miele si preferisce per piatti a base di carne, pesce e verdure.

6) Frutta a guscio. Infine la frutta secca a guscio è ottima per mitigare il sapore troppo piccante dei piatti. Il motivo è semplice, contiene oli in cui la capsaicina va a sciogliersi. Allora puoi usare mandorle, nocciole e noci, anacardi, pinoli, pistacchi ma pure arachidi (anche se sono legumi).

Ora non ti resta che seguire una delle nostre ricette con peperoncino da gustare ma… Senza esagerare!

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrive per il web dal 2007 di cronaca italiana ed estera, politica e costume. La sua passione è la buona cucina, non solo le ricette della tradizione gastronomica italiana e internazionale ma anche piatti originali e particolari. Divide il tempo libero tra musica, cinema, libri e fumetti d'autore.

Potrebbe interessarti