Uova di tacchino, perché non le mangiamo. Ecco la verità che nessuno osa dirti

Vi sveliamo tutto quello che dovete sapere sulle uova di tacchino e nessuno ha avuto mai il coraggio di dirvi.

Uova di tacchino perché non le mangiamo

Uovo di tacchino: vi siete mai chiesti perché non lo troviamo sugli scaffali dei supermercati e non lo mangiamo? - buttalapasta.it

Sapete perché in genere non mangiamo le uova di tacchino? No, non è perché non sono commestibili, tutt’altro. Il motivo ve lo sveliamo di seguito.

Portiamo in tavola le uova di gallina in mille modi diversi, le usiamo per fare le frittate, per condire la pasta, sode negli antipasti, per fare le panature delle cotolette, per addensare le polpette, e come ingrediente tipico di torte e creme o altri dolci. Ma perché non mangiamo le uova di tacchino, anzi dovremmo dire tacchina ovviamente, come facciamo con quelle di gallina o di quaglia?

Il motivo non è perché non siano buone da mangiare o perché abbiamo un sapore strano e poco appetibile, no. C’è qualcos’altro sotto. Dunque se vi site chiesti perché non si trovano in giro le uova di tacchino da comprare al supermercato – e quindi non le mangiamo – e volete saperne di più, continuate a leggere.

Perché non mangiamo le uova di tacchino

Come abbiamo accennato all’inizio di questo articolo, le uova di tacchina sono perfettamente commestibili. Anzi, chi le ha provate dice che sono simili a quelle delle galline, anzi alcuni affermano che sono anche più saporite e gustose. Ad ogni modo va sottolineato che sono un vero e proprio concentrato di nutrienti importanti per l’organismo umano.

Uova di tacchino perché non le mangiamo

Uova di tacchina (con i puntini) e uova di gallina – buttalapasta.it

Infatti contengono vitamine del gruppo B (B1, B2, B3, B5, B6, B12), folati, vitamina A, retinolo e sali minerali (Calcio, Ferro, Magnesio, Fosforo, Potassio, Sodio, Zinco, Rame, Manganese e Selenio), oltre agli amminoacidi essenziali alla vita e grassi monoinsaturi e polinsaturi. Tenete presente che 100 grammi delle uova di tacchina apportano circa 171 calorie, 12 grammi di grassi, 1,15 grammi di carboidrati e 14 grammi di proteine.

Ma allora perché non mangiamo le uova di tacchino? Va detto che non in tutti i luoghi è così, nelle zone di campagna, dove ci sono gli allevamenti di tacchini di piccola dimensione è facile potersi approvvigionare delle uova per poterle introdurre nell’alimentazione quotidiana comprandole direttamente dagli allevatori. Il problema si pone nelle città dove questo prodotto non è in vendita nei supermercati.

Allora veniamo al punto della questione, perché le uova di tacchina non sono in vendita nei supermercati? Perché non sono una fonte di profitto. Chi decide di investire tempo e denaro in un allevamento preferisce di gran lunga le galline perché producono molte più uova.

Volete i numeri? Le galline depongono in media un uovo al giorno, diciamo che possono arrivare a 300 uova all’anno mentre le tacchine depongono molte meno uova, arrivando a 50-100 nell’arco dell’anno. Se le trovate, però, non perdete l’occasione di provarle, usatele come fareste per le ricette con le uova classiche a cui siete abituati.

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrive per il web dal 2007 di cronaca italiana ed estera, politica e costume. La sua passione è la buona cucina, non solo le ricette della tradizione gastronomica italiana e internazionale ma anche piatti originali e particolari. Divide il tempo libero tra musica, cinema, libri e fumetti d'autore.

Potrebbe interessarti