Budino al pistacchio

ricetta budino pistacchio

  • default-difficolta
  • default-
  • 1 Persone
  • n.d.

ricetta budino pistacchio Oggi provate la ricetta del budino al pistacchio se volete presentare in tavola un dolce al cucchiaio a base di latte e frutta secca. I budini sono dei dolci molto graditi a fine pasto, ma anche come merenda pomeridiana possono essere consumati da tutta la famiglia. In questa ricetta si useranno sia pistacchi che mandorle, tanta buona panna e latte fresco, niente a che vedere con quelle bustine già preparate che si trovano in commercio. Questo budino è talmente profumato e fragrante che farete subito un bis.

Ingredienti

  • 150 grammi di pistacchi sgusciati + una manciata per decorare
  • 15 g di gelatina in fogli
  • 500 ml di panna
  • 80 grammi di mandorle
  • 500 ml di latte
  • 150 g di zucchero

Preparazione

  1. Metti la gelatina in acqua fredda per 15 minuti.
  2. In una pentola metti dell’acqua a bollire, versa i pistacchi e le mandorle e scottali per 1 minuto, poi sgocciolali, togli la pellicina e tritali.
  3. Versa in un tegame il latte e aggiungi i pistacchi, le mandorle e lo zucchero.
  4. Sempre mescolando porta ad ebollizione a fuoco medio, poi unisci la gelatina strizzata e mescola ancora.
  5. Fate intiepidire e successivamente filtra il composto passandolo attraverso un canovaccio pulito.
  6. Lascia raffreddare, poi monta la panna e incorporala delicatamente.
  7. Versa il composto in stampi singoli precedentemente spennellati con dell’acqua e ponili in frigo per almeno 2 ore.
  8. Al momento di servire immergi per un istante gli stampi in acqua calda e sforma su un piattino di portata.
  9. Puoi decorare con qualche pistacchio intero.
 
La qualità di pistacchio migliore per questi budini è senz’altro il famosissimo e rinomato pistacchio di Bronte, l’oro verde, come viene chiamato in Sicilia, dove gli viene dedicata una sagra speciale in cui si possono degustare preparazioni a base di pistacchio che vanno dagli antipasti ai dolci.  
Foto di sacherfire

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrivo per il web dal 2008. Mi occupo di cronaca italiana ed estera, politica e costume. Naturopata appassionata del vivere green e della buona cucina, divido il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d'autore.

Da non perdere