Gratin di asparagi bianchi

gratin di asparagi bianchi

  • facile
  • 40 minuti
  • 4 Persone
  • 275/porzione
  • Vegetariana

Tra le molte ricette di contorni con gli asparagi vi proponiamo il gratin di asparagi bianchi, che sono quelli molto grandi e appunto bianchissimi (i migliori sono quelli di Bassano del Grappa), vengono gratinati nel forno arricchiti con panna e coperti da una deliziosa crosticina. Questi asparagi sono il contorno perfetto per carni cotte molto semplicemente, come maiale, pollo o dell’agnello arrostiti nel forno, e sono perfetti per il Pranzo di Pasqua

Ingredienti

  • 16 asparagi bianchi grandi
  • 2 dl di panna liquida
  • 1 cucchiai di senape di Digione
  • 2 belle manciate di pangrattato o ancora meglio di mollica di pane vecchio
  • una bella manciata di parmigiano grattugiato
  • le foglioline di un mazzetto di timo limoncino
  • burro q.b.
  • 2 cucchiai di prezzemolo tritato
  • sale e pepe q.b.

gratin di asparagi bianchi

Preparazione

  1. Preriscaldate il forno a 220/230 gradi. Spennellate una pirofila con del burro fuso.
  2. Pulite gli asparagi, lavateli e tagliateli a metà per il lungo e deponeteli nella pirofila.
  3. Spolverateli con le foglie del timo limoncino.
  4. Mettete la panna e la senape in un pentolino, portate a ebollizione mescolando e fatela ridurre di circa un quarto. Salate e pepate.
  5. Versate in una ciotola il pangrattato, il parmigiano, il prezzemolo e del pepe macinato o pestato; mescolate il tutto con le dita.
  6. Distribuite il composto a base di panna sugli asparagi e ancora sopra il miscuglio a base di pangrattato, completate con del burro fuso versato sopra goccia a goccia.
  7. Cuocete in forno fino a quando la superficie sarà croccante e dorata e la panna starà bollendo sui lati (circa 15/20 minuti).
    Cercate di non stracuocere il tutto, alla fine gli asparagi dovranno aver conservato una certa croccantezza e non essere mollicci.
  8. Servite subito ben caldo, magari appoggiando il gratin sopra la carne che avete scelto di accompagnare.
 
Foto di Hans Susser

Parole di GIeGI

Da non perdere