Patate sotto la cenere

Patate sotto la cenere

  • facile
  • 5 minuti
  • 1 Persone
  • n.d.

Patate sotto la cenere Lo so, avete ragione, non tutti hanno la fortuna di avere un caminetto o un braciere o una “furnacella” (pccolo forno a carboni). Ma questa ricetta è talmente buona e semplice che la potete realizzare utilizzando il normale forno di casa anche se non è la stessa cosa. Ricordo che da bambina andavo a tenere compagnia una vecchietta che abitava al piano di sotto casa mia e che aveva il caminetto (era la casa di vacanze della mia famiglia in un minuscolo paese del Cilento). Il fuoco era sempre acceso per tutto l’inverno e lei cucinava con la brace e la cenere patate, castagne e cipolle. Aveva anche una griglia per cuocere la carne e una pignatta che pendeva da un gancio dove cuocevano i fagioli. Spesso la nonnina, per ringraziarmi della visita, mi regalava una patata appena cotta, spostava la cenere e la brace e la tirava fuori fumante. Seduta su di una sediolina restavo a guardare le “monachine che volavano scintillanti verso la cappa del camino poi lei mi porgeva il piatto con le patate pronte, si sedeva e mangiavamo tranquille mentre mi raccontava della sua gioventù, del suo primo amore….. Che profumo e che incredibile sapore ed oggi, quanta nostalgia……. e che bello mangiare con le mani senza che mia madre mi sgridasse….Quando si cucinano le patate sotto la cenere bisogna inciderle con un taglio a forma di croce. Questo taglio a “croce” ha un doppio significato (lo si fa anche per il pane fatto in casa): evitare che le patate possano “scoppiare” durante la cottura e ringraziare Gesù per il dono della patata.

Ingredienti

  • patate
  • sale
  • olio extra vergine di oliva
  • erbe aromatiche

Preparazione

  1. Con uno straccetto umido pulite le patate eliminando ogni traccia di terriccio. Fate un segno a croce su ogni patata per evitare che possano scoppiare durante la cottura.

  2. Sistematele sotto la cenere e lasciate cuocere per almeno due ore (qualcuno usa dei fogli di stagnola per mantenere la temperatura costante).

  3. A cottura ultimata sbucciate le patate, tagliatele a grosse fette, aggiungete, un pizzico di sale, un filo d'olio e qualche erba aromatica tipo rosmarino.

Parole di Lucia