Formaggio magro con mandorle

  • default-difficolta
  • default-
  • 1 Persone
  • n.d.
  • Vegetariana

Il formaggio magro è una ricetta per produrre un sostituto del formaggio veramente magro, 100 per cento vegetale. Questo formaggio magro permette a chi segue un regime vegano di completare la pasta di una bella e saporita spolverata bianca.

Ingredienti

  • 300 g. di pinoli
  • 300 g. di mandorle pelate
  • 600 g. di patate lessate calde
  • sale q.b.
  • olio extra vergine di oliva q.b.
  • foglie secche di alloro q.b.

Preparazione

 
Mettete in ammollo in acqua fredda i pinoli per almeno 6 ore.  
Pestate i pinoli nel mortaio fino a ridurli a composto omogeneo; se non avete il mortaio usate pure un robot da cucina. Pestate anche le mandorle nel mortaio, ma separatamente dai pinoli; di nuovo potete anche usare un robot da cucina. Riunite i due composti di pinoli e di mandorle, e aggiungendo dell’acqua ben salata e mescolando trasformate il tutto in crema consistente.  
Passate allo schiaccia patate le patate lesse ancora calde. Aggiungete il composto di pinoli e mandorle alle patate e lavorate il tutto per circa 20 minuti; di nuovo potete usare un robot da cucina con il gancio per impastare.  
Infine con le mani unte d’olio date la forma di formaggetta al composto, e deponetela sulle foglie di alloro. Fatela asciugare all’ombra, e lasciatela indurire, ungendola d’olio di tanto in tanto. Forse questa fase di essiccamento ed indurimento potrebbe essere fatta con il forno elettrico ventilato a 50 gradi, ma questa è una nostra idea non suffragata da prove.  
Quando vi serve grattugiate questo formaggio magro come il formaggio solito.  
Questa ricetta particolare è stata presa dal libro sulla cucina di strettissimo magro scritta da un frate di un convento ligure due secoli fa (per essere precisi attorno al 1850).  
Foto da www.futuregringo.com, GIeGI, www.purcellmountainfarms.com

Parole di GIeGI

GIeGI è stata collaboratrice di Buttalapasta dal 2008 al 2013, spaziando tra tutte le tipologie di ricette, con un occhio di riguardo a quelle della tradizione regionale.