Coniglio in civet

Coniglio in civet

  • media
  • 1 giorni
  • 4 Persone
  • 370/porzione

Oggi prepareremo il coniglio in civet. La cottura in civet (si pronuncia “sivé” come vuole il francese), ha origini antichissime ed oggigiorno è stata leggermente modificata, anche se vi posso assicurare che il sapore del sugo al vino rosso che stiamo per realizzare sarà davvero particolare e molto corposo. Di solito per questa preparazione si utilizza la selvaggina, quindi tipi di carne quali la lepre o il cinghiale, ma noi utilizzeremo il coniglio per rendere la ricetta più leggera.

Ingredienti

  • 2 kg di pezzi di coniglio
  • 1,5 l di vino rosso
  • 1 cipolla
  • 1 costa di sedano
  • 1 carota
  • 2 foglie di alloro
  • 2 spicchi di aglio
  • 2 rametti di timo
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • 1 stecca di cannella
  • burro q.b.
  • farina q.b.
  • 3 bacche di ginepro
  • olio d'oliva q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

Coniglio in civet

    Preparazione

  1. Lavate il coniglio, mettetelo in un contenitore con le verdure pulite e tagliate a pezzetti, gli aromi, le spezie e un po’ di pepe
  2. Coprite col vino e fate marinare per un giorno nel frigo
  3. Trascorso un giorno sgocciolate la carne, asciugatela e mettete da parte le verdure
  4. Rosolate il coniglio in una pentola con un po’ di burro e un paio di cucchiai di olio
  5. Cospargete con 2 cucchiai di farina
  6. Unite le verdure, salate, pepate e cuocete a fuoco basso per un’ora e mezza, bagnando ogni tanto col vino della marinata
  7. Passate al setaccio il fondo di cottura, scaldatelo con il coniglio e servite caldo con un contorno a piacere
  8. Per insaporire ulterioriormente aggiungere bacche di ginepro
 
Foto di Renée Suen

Parole di Waly