Cartocci di sogliole alla vaniglia

Cartocci di sogliole alla vaniglia

  • default-difficolta
  • default-
  • 1 Persone
  • n.d.

Un modo diverso per servire le sogliole, raffinato e delicato, i baccelli di vaniglia, che potete usare anche per decorare il piatto, donano a questo piatto un sapore davvero delicato, e lo rende un secondo ideale per il giorno della festa della donna. Servite insieme ad un Sauvignon di Terlano.  

Ingredienti

  • 6 filetti di sogliola puliti
  • 1 bicchiere di brodo vegetale fatto con il dado
  • panna liquida
  • mezzo bicchiere di vermut bianco secco
  • 4 baccelli di vaniglia
  • 1 limone non trattato
  • sale
  • pepe

Preparazione

 
Lavate bene il limone e asportatene la scorza, facendo attenzione a non inglobare la parte bianca. Tagliatelo quindi a metà, spremetene il succo e versatelo in un tegame, unite quindi il brodo e il vermut. Mettete anche i baccelli di vaniglia e portate ad ebollizione. Abbassate la fiamma e fate addensare fino a che il liquido non si ridurrà della metà.  
Unite la panna e lasciate altri 10 minuti sul fuoco, evitando che bollisca di nuovo. Togliete i baccelli di vaniglia e metteteli da parte. Regolate di sale e pepe, poi aggiungete la scorza di limone tagliata a filamenti sottilissimi con le forbici.  
Portate il forno a 200° e preparate quattro quadrati di carta da forno. Lavate i filetti di sogliola e asciugateli. Divideteli verticalmente a metà, salateli e pepateli da tutti e due i lati. Sciogliete il burro e con un pennello passatelo su un lato dei filetti.  
Arrotolateli con le mani, lasciando il lato imburrato all’interno; su ogni lembo di carta distribuite un cucchiaio di salsa alla panna, disponetevi sopra il pesce arrotolato e conditeli con altra panna.  
Incartate i rotolini come se fossero caramelle, chiudendoli con uno spago. Infornateli per circa 20 minuti, ovvero fino a che la carta non inizierà a scurirsi. Aprite i cartocci, decorate con i baccelli e servite.  
Foto da: www.ristorantedariccardo.net www.maisoncote.com www.allposters.it

Parole di Paoletta

Da non perdere