Luccio alla birra

pesce luccio fresco

  • default-difficolta
  • default-
  • 1 Persone
  • n.d.

pesce luccio fresco 
Il luccio alla birra è una ricetta di secondo piatto semplice nella preparazione ma un po’ più difficile per l’ingrediente principale: il luccio. Questo pesce è un pesce di lago e si mangia moltissimo nelle zone lacustri dell’Italia centrale e della Lombardia, anche molto diffuso in Germania e in Europa dell’Est. Una ricetta laziale della zuppa di pesce, la cosiddetta sbroscia, per esempio, presenta il luccio tra i vari pesci da cuocere. Ma nella ricetta di oggi la cottura è meno lunga e anche la modalità di preparazione: un letto di cipolle, con erbe aromatiche e spezie, accoglie i filetti di luccio, cotti per una mezz’ora sommersi dalla birra chiara.

Ingredienti

  • Un luccio da 1 kg
  • 2 cipolle
  • Birra chiara (circa 200 ml)
  • Qualche foglia di salvia
  • Una foglia di alloro
  • Rafano grattugiato
  • Un chiodo di garofano
  • Olio di oliva q.b.
  • Sale
  • Paprica

Preparazione

Affettate le cipolle finemente ricoprendo il fondo della casseruola; conditele con la salvia, l’alloro, il rafano, i chiodi di garofano, un poco di olio, sale e paprica. 
 
Adagiate sul fondo delle cipolle i filetti di luccio che avete ricavato, ricoprite con la birra chiara a filo e lasciate cuocere a fuoco dolce. 
 
A fine cottura la birra sarà alquanto poca nella casseruola. Servite i filetti di luccio ricoperti da poca salsa di cottura, evitando di mettere nei piatti anche le foglie delle erbe aromatiche o le spezie utilizzate. 

Parole di Deborah Di Lucia