Aspartame cancerogeno, in quali alimenti (e non solo) si trova: l'elenco

Aspartame cancerogeno alimenti

Dove si trova l'aspartame? Non solo negli alimenti (buttalapasta.it)

L’OMS ha dichiarato di considerare l’aspartame come possibile cancerogeno, la comunità scientifica è divisa, ecco i prodotti in cui si trova.

La notizia ha fatto scalpore, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha annunciato di considerare il dolcificante aspartame come possibile causa di cancro per l’uomo. L’agenzia internazionale per la ricerca sul cancro dell’Oms è stata però in parte smentita da un gruppo di esperti delle Nazioni Unite. Dall’Organizzazione per l’alimentazione e l’agricoltura gli esperti fanno sapere di considerare il sostituto dello zucchero ancora sicuro se consumato moderatamente.

I due gruppi di esperti sono giunti a diverse conclusioni, e quello che è certo è che entrambi consigliano di usarlo con moderazione. Ma in quali alimenti si trova l’aspartame? Stiamo parlando di un dolcificante ipocalorico del tutto artificiale che ha la capacità di dolcificare circa 200 volte di più dello zucchero. Forse lo hai usato per rendere dolce il caffè? Si tratta di una polvere bianca, inodore ed è il dolcificante artificiale più utilizzato al mondo.

Dove di trova l’aspartame negli alimenti

Proprio per il fatto che è il dolcificante artificiale più utilizzato al mondo lo puoi trovare praticamente ovunque, cioè in tutti quei prodotti alimentari di tipo industriale e nei prodotti dietetici. Anche se nel corso degli anni la capacità di tali alimenti di far perdere peso è stata al centro di numerosi dubbi e polemiche sui potenziali rischi legati al suo consumo.

Aspartame alimenti in cui si trova

Aspartame: gli alimenti in cui si trova l’edulcorante considerato potenzialmente cancerogeno (buttalapasta.it)

Comunque lo troviamo in tutta una serie di prodotti di uso comune, come:

  • snack
  • barrette energetiche
  • merendine
  • prodotti di pasticceria e confetteria
  • tè pronti
  • bevande gassate
  • bibite dietetiche
  • gelati
  • gelatine
  • yogurt
  • cereali per colazione
  • chewing-gum
  • prodotti dietetici per il controllo del peso
  • dentifrici
  • farmaci (antidolorifici, antinfiammatori, pastiglie per la tosse, integratori di vitamine, farmaci contro la diarrea e il reflusso gastroesofageo, prodotti per il raffreddore e altri).

Ma come puoi riconoscerlo? Leggere l’etichetta di qualsiasi prodotto è molto importante per capire quali sono gli ingredienti che lo compongono. Lo puoi individuare dalla sigla E951 scritta nella lista degli ingredienti. Comunque come ha detto la dottoressa Elena Dogliotti, Biologa Nutrizionista e Supervisore Scientifico per Fondazione Umberto Veronesi intervistata da LaPresse, le prove della cancerogenicità dell’aspartame sono limitate.

Infatti la Iarc classifica l’Aspartame come possibilmente cancerogeno per l’uomo, per questo lo ha inserito nel gruppo 2B, dove ci sono anche la benzina e il cloroformio, l’aloe vera, l’estratto di ginkgo biloba e i sottaceti. Ad ogni modo al posto dell’aspartame, come edulcorante di uso quotidiano, si possono usare tanti tipi di dolcificanti naturali che di certo hanno qualche caloria in più ma sono più sicuri.

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrive per il web dal 2007 di cronaca italiana ed estera, politica e costume. La sua passione è la buona cucina, non solo le ricette della tradizione gastronomica italiana e internazionale ma anche piatti originali e particolari. Divide il tempo libero tra musica, cinema, libri e fumetti d'autore.

Potrebbe interessarti