Come conservare le carote al meglio e non farle annerire

trucchi per conservare carote

Tutti i trucchi e i consigli per conservare le carote al meglio (Buttalapasta.it)

Tutti noi abbiamo sempre in casa delle carote, se però non vogliamo farle annerire le dobbiamo conservare così: davvero geniale!

Le carote sono un alimento che abbiamo quasi sempre in casa. Sono perfette da cucinare in tantissimi modi diversi: bollite, tagliate crude alla julienne, impanate e fritte o sotto forma di zuppa. Senza contare poi che sono uno degli ingredienti base del soffritto.

Come sappiamo, si tratta di un cibo sano e genuino che vanta tantissimi benefici per la salute dell’organismo. Essendo ricche di vitamine (C, K e B6), betacarotene e sali minerali come potassio, rame e manganese sono di grande aiuto contro l’invecchiamento cellulare e salvaguardano la salute di pelle, occhi e ossa.

Inoltre, mangiare regolarmente le carote non favorisce soltanto l’abbronzatura, ma protegge anche dai raggi del sole. In più non bisogna dimenticare che questi ortaggi sono ipocalorici e grazie all’elevato apporto di fibre fanno sentire subito sazi. Ma come si conservano correttamente? Scopriamolo subito.

Come conservare le carote per non farle annerire: i metodi più efficaci

Essendo ricche di sostanze nutritive che fanno bene all’organismo, è molto importante includere le carote all’interno della propria alimentazione. Ciò comporta, però, il saperle conservare al meglio. In particolare, se si vuol far durare questo ortaggio più a lungo evitando di farlo annerire si può ricorrere essenzialmente a 5 tecniche di conservazione.

come conservare carote

Come conservare le carote e non farle annerire (Buttalapasta.it)

  1. Dispensa: se si andranno a consumare dopo un paio di giorni dall’acquisto, le carote si possono lasciare a temperatura ambiente all’interno di un contenitore aperto.
  2. Frigorifero: per farle durare di più si possono mettere nello scomparto delle verdure, lontane da mele e pomodori che ne accelererebbero la maturazione.
  3. Freezer: per conservare le carote fino a 6 mesi è possibile ricorrere al congelamento. In tal caso occorre prima pelarle, lavarle, tagliarle a pezzetti e sbollentarle per due minuti in acqua bollente. Dopodiché, bisogna sgocciolarle e immergerle in una ciotola piena d’acqua fredda e ghiaccio. Dopo qualche minuto, scolale e disponile ben distanziate su una pirofila. Trascorse un paio di ore, trasferiscile in un contenitore con chiusura ermetica o nei sacchettini per il gelo e metti tutto nel freezer.
  4. Barattolo: pela le carote e tagliale a bastoncino. Dopodiché, mettile in verticale in un barattolo di vetro abbastanza alto. Riempi il tutto con acqua fresca e chiudi il coperchio. In questo modo per una settimana avrai degli snack di carote sempre pronti all’uso. Ricordati, però, di cambiare l’acqua ogni 2 giorni.
  5. Sabbia: non tutti lo sanno, ma le carote si possono conservare anche nella sabbia leggermente umida come le patate, le barbabietole e i ravanelli. Prendi una cassetta di legno e fai un primo strato di sabbia. Successivamente, riponici sopra gli ortaggi senza ammassarli troppo e poi corpi tutto con un altro strato di sabbia. Metti infine la cassetta in un luogo fresco e buio e le tue carote dureranno fino a 6 mesi.

Geniale, non è vero?

Parole di Veronica Elia

Sono Veronica e sono una giornalista pubblicista iscritta all’ordine dei Giornalisti della Lombardia, laureata in Editoria presso l’Università degli Studi di Milano. Nel 2015 comincio il mio percorso giornalistico ed inizio a collaborare con diverse realtà editoriali in Italia e in Svizzera. Il mio motto? “Fai il lavoro che ami e non lavorerai neanche un giorno della tua vita”.

Potrebbe interessarti