Non li vedremo più al supermercato: l'addio é ufficiale, questi reparti saranno svuotati completamente

stop imballaggi leggeri norme europee

L'UE stabilisce lo stop agli imballaggi leggeri in plastica - buttalapasta.it

Grandi cambiamenti in arrivo al supermercato: ci sarà una trasformazione e questi elementi a cui siamo abituati non ci saranno più.

Sta arrivando una sorta di rivoluzione all’interno dei supermercati: si tratta di un vero e proprio cambiamento a cui dovremo abituarci. L’Unione Europea ha stilato un piano per ridurre la produzione e la consumazione di plastica e quindi anche i rifiuti degli imballaggi. La motivazione è ecologica e fa parte dei tentativi di migliorare l’impatto ambientale all’insegna di una sostenibilità di cui c’è sempre più bisogno.

Il Consiglio e il Parlamento europeo infatti hanno stabilito, dopo aver raggiunto un accordo, il divieto delle buste di plastica leggere nelle confezioni monouso per frutta e verdura non trasformate. Nel provvedimento rientrano anche le confezioni delle salse monoporzione e i campioncini di sapone e bagnoschiuma degli hotel.

L’accordo è provvisorio ed è stato fortemente contrastato dal nostro Paese . L’intento è di favorire un’economia circolare rendendo gli imballaggi decisamente più sostenibili. Che cosa stabilisce esattamente e in concreto questo provvedimento europeo e da quando dovrebbe entrare in vigore?

Stop agli imballaggi leggeri: il provvedimento dell’UE per la sostenibilità ambientale

Viene posta l’attenzione sull’intero ciclo vitale degli imballaggi. Secondo le norme esplicate nell’accordo sono stati stabiliti dei requisiti affinché tutti gli imballaggi possano essere riciclati per limitare in misura netta e considerevole il consumo di Pfas, sostanze nocive contenute nella plastica. Note anche come sostanze alchiliche per – e poliflorurate, esse non devono superare determinate quantità.

Sono previste anche particolari etichettature per una maggior trasparenza verso il consumatore che così può essere informato circa le caratteristiche degli imballaggi che ha sotto mano. Il riutilizzo si pone come obiettivo vincolante e di fatto limita l’uso di molti imballaggi monouso.

stop imballaggi leggeri norme europee

Gli imballaggi di plastica che spariranno presto – buttalapasta.it

Inoltre è stato fissato un massimo del 50% di spazio vuoto consentito negli imballaggi che vengono messi insieme durante il trasporto. L’entrata in vigore effettiva è prevista per il 2030, data in cui si vogliono raggiungere degli obiettivi ed altri ancora sono stati fissati con l’intento di essere raggiunti entro il 2040.

In concreto, gli imballaggi che si troveranno ad essere vietati sono quelli in plastica monouso contenenti frutta e verdura, le salse e i condimenti del settore HORECA, gli imballaggi usa e getta di bevande e altri alimenti. Anche i sacchetti molto leggeri in cui riporre i cibi sfusi dovrebbero sparire. Al di fuori dell’ambito alimentare sono coinvolti anche i piccoli imballaggi di cosmetici, i classici “campioncini” che vengono regalati in profumeria e che contengono creme, saponi, shampoo. Allo stesso modo quelli omaggio degli hotel.

L’accordo, finora provvisorio, verrà sottoposto all’approvazione dei rappresentanti degli Stati membri e della commissione ambiente del Parlamento. Successivamente, se approvato sarà pubblicato sulla Gazzetta ufficiale dell’UE.

Parole di Romana Cordova

Potrebbe interessarti