Sei un vero intenditore? Scopri quale piatto tradizionale di Pasqua si nasconde dietro questi tre indizi

piatto di pasqua misterioso

Scopri il piatto di Pasqua misterioso fatto con semola e zafferano (Buttalapasta.it)

Guarda bene questi indizi: hai già capito quale piatto tipico di pasqua andremo a fare oggi? Mai assaggiato niente di così buono!

Pensi di essere un vero esperto di cucina e, in particolare, di ricette tipiche regionali? Allora mettiti subito alla prova con il nostro gioco culinario. Dai un’occhiata all’immagine segreta, ma soprattutto ai tre indizi riportati affianco e cerca di scoprire qual è il piatto tradizionale di Pasqua che andremo a preparare oggi.

Si tratta di una ricetta dolce originaria della Sardegna, fatta con la semola e lo zafferano. Hai già capito di che cosa stiamo parlando?

Se ancora non sei riuscito a svelare il mistero dai un’occhiata ai prossimi paragrafi e leggi il procedimento nel dettaglio. Così non avrai più dubbi a riguardo.

Quale piatto tradizionale di Pasqua si nasconde dietro questi tre indizi: solo i migliori riescono ad indovinarlo

Se a Pasqua vuoi stupire tutti con una ricetta diversa dal solito porta in tavola questo dolce tipico sardo fatto con semola e zafferano. Prima, però, di metterti ai fornelli devi riuscire ad indovinare di che piatto si tratta. Ecco qualche altro indizio.

La loro forma ricorda dei piccoli cesti o dei raggi di sole. Si possono fare sia dolci che salati e sono perfetti da gustare durante il pranzo di Pasqua e Pasquetta. Ebbene, quest’oggi andremo a preparare le Pardulas de arrescottu, letteralmente formaggelle di ricotta.

piatto di pasqua sardo

A Pasqua prova questi dolcetti sardi fatti con semola e zafferano (Buttalapasta.it)

Ingredienti

  • 260 grammi di semola;
  • 100 grammi di acqua;
  • 30 grammi di strutto;
  • 500 grammi di ricotta di pecora;
  • 100 grammi di zucchero;
  • 0,25 grammi di zafferano;
  • 3 tuorli d’uovo;
  • 1 scorza di limone;
  • 1 scorza di arancia;
  • latte q.b.;
  • zucchero al velo q.b.

Preparazione

  1. Per fare le Pardulas, i tipici dolci pasquali sardi, bisogna innanzitutto mettere a scolare la ricotta almeno per una notte.
  2. Dopodiché, occupati dell’impasto versando in una scodella 200 grammi di semola e lo strutto. Impasta a mano fino ad ottenere un composto sabbioso ed unisci l’acqua.
  3. Vai avanti a lavorare l’impasto in modo da ricavare un panetto liscio ed omogeneo. Coprilo con la pellicola trasparente e lascialo riposare a temperatura ambiente.
  4. Prendi la ricotta e prepara, quindi, il ripieno. Mescolala in una scodella insieme allo zucchero, a 2 tuorli d’uovo, a 60 grammi di semola e allo zafferano.
  5. Unisci la scorza di limone e di arancia grattugiata facendo attenzione a non prendere la parte bianca più amara e continua a mischiare.
  6. Conserva la farcia in frigorifero e riprendi l’impasto. Stendilo sottilmente con il mattarello e con l’aiuto di un coppa pasta ricava dei dischetti di circa 10 centimetri di diametro.
  7. Metti al centro una cucchiaiata di crema di ricotta e poi pizzica i contorni con le dita, in modo da creare come dei cestinetti con 8 punte o i raggi del sole.
  8. Infine, spennella la superficie con un tuorlo sbattuto insieme al latte e disponi le tue Pardulas su una teglia coperta con uno strato di carta da forno.
  9. Inforna in forno statico preriscaldato a 150 gradi per 40 minuti e, trascorso il tempo necessario, tira fuori i tuoi dolcetti, spolverali con abbondante zucchero al velo e gustali in buona compagnia.

Parole di Veronica Elia