Vin brulé, la ricetta della bevanda alcolica che ti accompagna in inverno. Non temi il freddo se ti scaldi così

Godetevi una bella tazza fumante di vin brulé, la bevanda perfetta per combattere il freddo in autunno e inverno, che scalda corpo e anima.

Vin brulè ricetta

Vin brulè - buttalapasta.it

La ricetta per un vin brulé preparato a regola d’arte, ideale per riscaldare l’atmosfera, oltre che il corpo, quando arriva il freddo inverno.

Con lo scendere delle temperature è ovvio cercare di ristorarsi combattendo il freddo con cibi o bevande calde. E il vin brulé è adatto proprio a questo scopo. Noi di buttalapasta.it vi vogliamo coccolare e quindi vi diamo la ricetta per fare un vin brulé che non dimenticherete molto facilmente.

Tipico delle zone di montagna del Nord Italia, il vino messo a bollire con le spezie è tradizionale anche in alti Paesi europei e la sua ricetta può differire per l’uso degli ingredienti usati per aromatizzare il liquido alcolico. Provate questa ricetta e offritela ai vostri amici al posto di un classico cocktail invernale, vi faranno i complimenti.

Ricetta del vin brulé

Il vin brulé è una tipica bevanda a base di vino rosso, come la sangria che si beve d’estate, che dona sollievo in inverno perché scalda corpo e anima con le sue note speziate. Riscalda subito l’atmosfera aumentando il senso di familiarità. Ed è anche usata come tisana per combattere i malanni di stagione dovuti al raffreddamento.

Vin brulè ricetta

Vin brulé ricetta semplice per la bevanda invernale perfetta – buttalapasta.it

Vi diamo un consiglio, se volete una tisana poca alcolica basta aumentare i minuti di cottura, al contrario se li diminuite otterrete un vin brulé più alcolico. Per questa ricetta potete usare un buon vino  Teroldego, un Sangiovese, un Nebbiolo o un Barbera, l’importante è che sia un vino rosso corposo.

Ingredienti

  • vino rosso di buona qualità 750 ml
  • 1 stecca di cannella
  • 6 chiodi di garofano
  • ginepro 4 bacche
  • anice stellato 1
  • 1 limone con la buccia edibile non trattata
  • 1 arancia con la buccia edibile non trattata
  • zucchero 80 g

Preparazione

  1. Iniziate così a preparare il vin brulé. Lavate bene il limone, asciugatelo con un panno da cucina e asportatene la scorza, facendo attenzione a non prelevare la parte bianca. Fate lo stesso con l’arancia.
  2. Mettete il vino in una casseruola, unite la stecca di cannella spezzettata e portatelo a bollore a fuoco medio, unendo anche i chiodi di garofano, la scorza di limone e la scorza di arancia, il ginepro, l’anice stellato e lo zucchero.
  3. Portate a bollore mescolando e fate sobollire per il tempo che ritenete necessario. Se volete una bevanda alcolica bastano cinque minuti, se la togliete dal fuoco dopo 30 minuti avrete un vin brulé poco alcolico.
  4. Alla fine togliete dal fuoco, filtrate e servite negli appositi bicchieri per il vin brulé la vostra bevanda ben calda.

Ovunque voi abitiate potrete beneficiare di questa bevanda, che si prepara in pochissimo tempo al contrario di molti liquori fatti in casa, e che farà sentire i vostri amici molto coccolati, risvegliando anche ricordi di baite, di montagna, e di convivialità.

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrive per il web dal 2007 di cronaca italiana ed estera, politica e costume. La sua passione è la buona cucina, non solo le ricette della tradizione gastronomica italiana e internazionale ma anche piatti originali e particolari. Divide il tempo libero tra musica, cinema, libri e fumetti d'autore.

Potrebbe interessarti