Capriolo alla valdostana

Capriolo alla valdostana

  • default-difficolta
  • default-
  • 1 Persone
  • n.d.

Questa è una ricetta valdostana per preparare il capriolo, che permette di assaporare al meglio questo tipo particolare di carne. Servite questo piatto di cacciagione accompagnato da un bel purè di patate o da una polenta, gialla o bianca.

Ingredienti

  • 1,2 kg. di carne di capriolo (coscia o spalla)
  • 1 cipolla
  • 1 carota
  • 1 costa di sedano
  • 1 mazzettino di prezzemolo
  • 1 spicchio d’aglio
  • 2 foglie di alloro
  • 3 chiodi di garofano
  • 1 rametto di timo
  • alcune bacche di ginepro
  • 1 pezzetto di cannella
  • 1 bottiglia di vino rosso valdostano
  • pepe nero macinato o pestato al momento q.b.
  • sale q.b.
  • 1/2 dl. di olio d’oliva extra vergine
  • 300 g. di pomodori maturi privati della pelle, dei semi e dell’acqua di vegetazione o equivalente quantitativo di pelati privati dell’acqua di conservazione
  • 1 bicchierino di grappa
  • farina q.b.
  • brodo di carne q.b.
  • poca panna liquida

Preparazione

 
Pulite la cipolla, la carota, il sedano e il prezzemolo, e tritate il tutto. Tagliate a pezzi la carne di capriolo, mettetela in una ciotola, insieme al trito preparato precedentemente, unite alloro, ginepro, timo, chiodi di garofano e cannella, regolate di sale e pepe e bagnate con il vino rosso. Coprite e lasciate marinare in frigorifero per almeno un giorno; di tanto in tanto ricordatevi di rigirare i pezzi di carne.  
Passato il tempo di marinatura, mettete a scaldare l’olio in una casseruola; quando è caldo unitevi i pezzi di capriolo scolati dalla marinata, che conserverete. Rosolate la carne e dopo bagnatela con la grappa, fatela evaporare (attenzione che potrebbe infiammarsi). Spolverate con poca farina, mescolate e fate colorire. Unite ora la marinata filtrata, e poi la polpa dei pomodori spezzettati, coprite e fate cuocere a fuoco moderato per un paio d’ore (ma controllate la cottura, poiché il tempo potrebbe variare a seconda delle caratteristiche dell’animale). Fate attenzione che l’intingolo non asciughi troppo, in tal caso unite un po’ di brodo caldo.  
Quando il capriolo sarà cotto toglietelo dalla casseruola, tagliatelo a fette e disponetela su un piatto da portata. Unite la panna liquida al fondo di cottura, aggiustate di sale e portate ad ebollizione. Ricoprite il capriolo con questa salsa e servite subito.  
Foto da www.italy-recipes.com, www.ebay.it, www.ristorantelaragnatela.com

Parole di GIeGI