Gelato al caffè

Gelato al caffè ricetta

Gelato al caffè fatto in casa - buttalapasta.it

  • facile
  • 40 minuti
  • 4 Persone
  • 310/porzione

La ricetta del gelato al caffè fatto in casa è semplice, questo dessert è imperdibile durante i mesi estivi. La potete realizzare nella maniera classica, con un composto realizzato con le uova che vanno pastorizzate prima di procedere alla mantecatura nella gelatiera, oppure nella maniera “furba”, cioè senza uova e senza gelatiera.

In quel caso si userà del latte condensato e non ci sarà bisogno di altro se non riporre tutto in freezer fino al momento di gustarlo. Trovate di seguito entrambe le ricette, per accontentare tutti i gusti.

Il gelato al caffè non è particolarmente adatto ai bambini ma si tratta di una golosità capace di conquistare gli adulti buongustai. Si tratta di un dessert fresco e cremoso, ricco di gusto come pochi, da poter assaporare da solo o da utilizzare come ingrediente in diverse preparazioni. Come non citare gli affogati? Ottimo anche come base per una deliziosa torta fredda, tra le ricette del gelato questa non può non essere provata alla prima occasione!

Ingredienti

  • panna fresca 300 ml
  • latte 150 ml
  • uova 3
  • zucchero 150 gr
  • caffè solubile 3 cucchiaini
  • caffè ristretto 100 ml

Preparazione

  1. Iniziate la preparazione della ricetta del gelato al caffè ottenendolo con una caffettiera o la macchina espresso. Una volta pronto versateci il caffè solubile e fatelo sciogliere.

  2. In un pentolino sgusciate le uova, aggiungete lo zucchero e con le fruste montate il composto. Unite il latte a filo continuando a sbattete con le fruste elettriche.

  3. Ponete il pentolino sul fuoco e portate a bollore, appena giunge a temperatura versateci dentro il caffè e poi la panna liquida, mescolate per incorporare il tutto.

  4. Ora potete far raffreddare il composto, dapprima a temperatura ambiente e poi in frigo.

  5. Trasferite il composto al caffè all'interno della gelatiera seguendo poi le indicazioni del vostro modello. Se è autorefrigerante potete versare direttamente nel cestello, altrimenti dovete prima far raffreddare il cestello. In quest'ultimo caso può essere utile tenere il composto in freezer per qualche ora prima di procedere.

  6. Ottenuto il vostro gelato al caffè cremoso prelevatelo dalla gelatiera e gustatelo subito o conservatelo in un barattolo ermetico all'interno del freezer.

Gelato al caffè senza uova e senza gelatiera

Coppa del nonno Bimby: la ricetta originale

Foto Shutterstock | al1962

Le possibili varianti del gelato al caffè sono parecchie. Potrete unire, ad esempio, sostituendolo a parte della panna, del latte condensato, o un tipo vegetale, come il latte di soia. Il gelato al caffè senza panna rappresenta una versione più leggera. Eliminatela dagli ingredienti sostituendola con del latte fresco intero e aggiungendo un cucchiaino di amido di mais per addensare meglio il composto.

Se invece volete fare il gelato al caffè senza uova e senza gelatiera potete usare questi ingredienti:

Ingredienti

  • 500 gr di panna da montare vegetale già zuccherata
  • 220 gr di latte condensato freddo di frigo
  • 10 gr di caffè solubile

Preparazione della ricetta del gelato al caffè senza uova e senza gelatiera

  1. Prendete 100 ml di panna e versateci dentro il caffè solubile, ponete il tutto il un pentolino e mettete sul fuoco per sciogliere bene ed amalgamare i due ingredienti.
  2. In una ciotola montate la panna, incorporate il composto di panna e caffè e montate ancora un poco, poi incorporate il latte condensato fino a ottenere un composto omogeneo.
  3. Versate il tutto in un barattolo o in bicchieri monoporzioni e mettete in freezer per almeno quattro ore.
Il gelato al caffè può essere aromatizzato con l’aggiunta di diverse spezie: se la vaniglia risulta una delle più adatte (aggiungete dei semini prelevati da una bacca al composto), anche il cardamomo si sposa bene. E ovviamente potete fare anche diverse altre ricette di gelati per formare delle coppe con più gusti.

Come si conserva

Il gelato al caffè si conserva in freezer per qualche settimana a patto che venga racchiuso all’interno di un contenitore, di vetro o plastica, dotato di coperchio. In mancanza potrete sigillarlo con un foglio di pellicola trasparente, facendola aderire perfettamente.

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrive per il web dal 2007 di cronaca italiana ed estera, politica e costume. La sua passione è la buona cucina, non solo le ricette della tradizione gastronomica italiana e internazionale ma anche piatti originali e particolari. Divide il tempo libero tra musica, cinema, libri e fumetti d'autore.

Potrebbe interessarti