Penne al pesto di crescione

penne con pesto di crescione

  • facile
  • 20 minuti
  • 4 Persone
  • 498/porzione

penne con pesto di crescione Le penne al pesto di crescione sono un primo piatto perfetto per tutti gli amanti dei sapori forti, leggermente aciduli e un po’ piccanti. Questo piatto è davvero facilissimo da preparare e insolito da portare in tavola perché realizzato con il crescione, un’erbetta poco nota ma buona, con effetti diuretici, depurativi e soprattutto ricca di calcio e ferro. Vediamo insieme tutti i passaggi per realizzare questo primo piatto!

Ingredienti

  • 380 gr di penne rigate
  • 100 gr di crescione
  • 5 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 45 gr di pecorino
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • pepe nero q.b.
  • sale q.b.

Preparazione

  1. Riempite una padella molto dai bordi alti con acqua, mettetela sul fuoco e portate il tutto ad ebollizione. Non appena raggiunta la temperatura ideale, salate il tutto e cuocete le penne. Per questa ricetta vi abbiamo suggerito l’utilizzo delle penne rigate perché ideali con il condimento, a seconda dei vostri gusti personali però, è possibile utilizzare anche la pasta integrale che si abbiana perfettamente con la preparazione.

  2. Durante la cottura della pasta, preparate il pesto: pulite il prezzemolo e il crescione, poneteli all’interno del boccale di un mixer e aggiungete lo spicchio di aglio. Incorporate anche l’olio, il pecorino grattugiato, il pepe nero e salate il tutto, accendete quindi il mixer fino al ottenere una composto cremoso e non eccessivamente liquido.

  3. Scolate la pasta al dente e conditela con il pesto all’interno di una padellina, vi suggeriamo di eseguire questo passaggio su un fuoco tenendo la fiamma molto bassa. Impiattate il tutto e prima di servire spolverate un po’ di pecorino sul piatto decorando il tutto con qualche foglia di crescione e magari con un po’ di olive nere sminuzzate, ingrediente in più che darà maggior colore alla vostra preparazione!

Foto di T

Parole di Liliana Panzino