Risotto al trifoglio

  • default-difficolta
  • default-
  • 1 Persone
  • n.d.

Potete preparare questo insolito risotto al trifoglio per tutta l’Estate, cioè quando potete raccogliere i suoi fiori o meglio boccioli nei prati, è inutile raccomandare di farlo lontano dalle strade. È un piatto che viene dai prati delle Dolomiti.

Ingredienti

  • 300 g. di riso da risotti
  • 2 manciate di foglie e boccioli di trifoglio rosso dei prati
  • 1 cipolla media
  • 1 litro di brodo di carne
  • 3 foglie di salvia
  • 50 g. di burro
  • olio d’oliva extra vergine q.b.
  • formaggio grana grattugiato q.b.
  • sale q.b.

Preparazione

 
Lavate le foglie ed i boccioli del trifoglio rosso dei prati sotto l’acqua corrente, mettete da parte qualche bocciolo e tritate il resto.  
Affettate sottilmente la cipolla e fatela rosolare con metà burro a cui avete aggiunto un po’ di olio. Aggiungete il trifoglio tritato, i boccioli, le foglie di salvia ed il riso. Mescolando fate tostare il riso, poi versate un mestolo di brodo caldo, e salate. Continuate la cottura aggiungendo il brodo, un mestolo alla volta, sempre mescolando.  
A fine cottura, versate il risotto al trifoglio in un piatto da portata, deponete al centro il burro rimasto, spargete sopra il parmigiano grattugiato e decorate con qualche fiore del trifoglio rosso dei prati. Il trifoglio rosso dei prati è ricco di isoflavoni e fitoestrogeni, come la soia, ed aiuta a rallentare l’osteoporosi, e quindi consigliamo questo risotto a tutte le signore negli anta.  
Foto da fioridiprato.blogspot.com, www.actafungorum.org, www.timefortea.ch

Parole di GIeGI

GIeGI è stata collaboratrice di Buttalapasta dal 2008 al 2013, spaziando tra tutte le tipologie di ricette, con un occhio di riguardo a quelle della tradizione regionale.