Torrone bianco

  • facile
  • 1 ora
  • 8 Persone
  • 460/porzione

Il torrone, una golosità irrinunciabile durante le festività natalizie, con questa ricetta potrete prepararlo con le vostre mani, bianco, morbido, leggermente gommoso e con tanta frutta secca. Di seguito la ricetta per preparare 1 kg di torrone che potete confezionare in sacchettini trasparenti con fiocchetti e donare in regalo a parenti e amici.

Ingredienti

  • 300 gr di nocciole
  • 230 gr di zucchero
  • 130 gr pistacchi spellati (in alternativa potete usare le noci o i pinoli)
  • 100 gr miele di acacia
  • 50 gr mandorle pelate
  • 40 gr albumi
  • ostie q.b.

torrone bianco

Preparazione

  1. Versate gli albumi in un contenitore alto e stretto, aggiungete un pizzico di sale e montate a neve con una frusta fino a quando non avrete ottenuto un composto sodo e compatto.
  2. In un pentolino, sciogliete lo zucchero con 80 gr di acqua e portate il tutto a bollore fino a raggiungere i 110°C.
  3. Controllare la temperatura è fondamentale, dovrete quindi procurarvi un termometro da cucina.
  4. In un altro pentolino, versate il miele d’acacia e portatelo ad ebollizione.
  5. Unite al composto di albumi, lo sciroppo di zucchero e il miele, mescolate bene fino ad ottenere un composto bianco, brillante, denso e cremoso.
  6. Impastate il tutto per 30-35 minuti.
  7. Preriscaldate il forno a 100°C e tostate la frutta secca per circa 10 minuti, coprendo i pistacchi con un foglio di alluminio per evitare che si asciughino troppo.
  8. Versate la frutta secca tostata nell’impasto e mescolate con una spatola fino ad ottenere un composto omogeneo.
  9. Oliate una teglia da forno bassa e larga e rivestite il fondo con uno strato di ostie.
  10. Versate il composto di torrone e livellatelo con una spatola.
  11. Lasciate raffreddare completamente e conservate in frigo per 2-3 ore.
  12. Togliete dal frigorifero un’ora prima e tagliatelo con un coltello delle dimensioni che più vi aggradano.
 
Provate anche il torrone siciliano, a base di mandorle nocciole e pistacchi di Bronte oppure quello al cioccolato Foto di Visit Tuscany

Parole di Alessandra Grechi