Pescatrice con indivia e limone

Pescatrice con indivia e limone

  • default-difficolta
  • default-
  • 1 Persone
  • n.d.

Per la vigilia di Natale un secondo di pesce, come vuole la tradizione. Questo è molto leggero, soprattutto se il primo (o i primi) sono elaborati. La preparazione richiede poco meno di un’ora, ma porterete in tavola un piatto saporitissimo.  

Ingredienti

  • 1 coda di pescatrice spellata, di circa 1,5 Kg
  • 1 limone non trattato
  • 2 cespi di indivia
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 3 ciuffi di prezzemolo fresco
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 2 cucchiai di pinoli
  • 1 bicchiere di spumante secco
  • 2 bicchieri di brodo vegetale caldo
  • burro 50 g
  • farina 20 g
  • pepe bianco
  • sale

Preparazione

 
Pulite i cespi di indivia eliminando il torsolo, lavatele e mettete da parte qualche foglia. Tagliate in piccoli pezzi il resto e mettetelo a rosolare con metà del burro. Aggiungete un paio di macinate di pepe, il sale, lo zucchero, l’olio e poco brodo. Coprite e fate cuocere a fiamma bassa per una ventina di minuti, poi alzate la fiamma e fate evaporare il liquido.  
Traferite l’indivia su un tagliere e tritatela grossolanamente, mettetela in una terrina e unite metà prezzemolo lavato e tritato e i metà dei pinoli. Unite anche la scorza del limone grattugiata e amalgamate bene.  
Prendete il pesce e sfilate la spina, avendo l’accortezza di non staccare i filetti. Si deve creare una sorta di fossa per tutta la lunghezza. Farcite con il composto di indivia, poi accostate i due filetti e fermateli con lo spago. Salate e pepate.  
Imburrate una teglia e disponetevi il pesce, bagnate con il brodo, lo spumante e il succo del limone. Infornate per 30 minuti a 220°. Quando è cotto, mettetelo sul piatto da portata, eliminate lo spago e tagliate il pesce in 8 parti.  
Filtrate il fondo di cottura (basteranno 2 mestoli) direttamente in un pentolino. Unite il burro rimasto impastato con la farina e mescolate per un minuto.  
Servite completando con i pinoli rimasti, il prezzemolo tritato e la salsa appena preparata. Decorate infine con le foglie di indivia.  
Foto da: www.wildcaughtseafoods.com/images www.jpnearl.com/blog uktv.co.uk/images

Parole di Paoletta

Da non perdere