Arrosticini abruzzesi

    photo-full
    Tempo:
    20 min
    Difficoltà:
    Facile
    Porzioni:
    4 Persone
    Calorie:
    200 Kcal/100gr
    Gli arrosticini abruzzesi sono un secondo piatto tipico della zona pedemontana sul versante orientale del monte Voltigno della catena del Gran Sasso. Gli arrosticini abruzzessi, chiamati anche rustelle o arrustelle, nascono dalla tradizione pastorizia della regione e sono composti di carne ovina. La cottura di questa carne, che deve contenere una percentuale di grasso pari al 25% del suo peso e deve essere tagliata in piccoli cubetti di 1 cm per lato, avviene tradizionalmente su un braciere dalla caratteristica forma allungata a canalina definito fornacella, rustillire o anche arrostellaro. Vanno consumati subito.

    Preparazione

    Arrosticini abruzzesi

    1. Prendete la carne e con un coltello tagliatela prima in striscioline e poi in piccoli cubetti di 1 cm per lato.
    2. Infilzate i cubetti di carne negli spiedini.
    3. Preparate la fornacella oppure scaldate per bene una griglia in ghisa.
    4. Ponete gli arrosticini sulla brace o sulla griglia in ghisa e fateli cuocere un minuto per lato. Prestate molta attenzione alla cottura per evitare di mangiare arrosticini secchi o leggermente bruciati.
    5. Una volta cotti conditeli con rosmarino, sale e pepe.

     

    Foto di
    Agriturismo Le Cicale

     

    TOP VIDEO
    RICETTE PIU' POPOLARI