Carote in agrodolce

Carote in agrodolce

Tempo:
30 min
Difficoltà:
Facile
Porzioni:
4 Persone
Calorie:
175 Kcal/Porz

    La ricetta delle carote in agrodolce rappresenta da un lato un contorno adatto a chi nutra una passione sfrenata per le verdure, dall’altro a chi si mostri restio nei confronti delle solite “tristi” pietanze che le vedono spesso protagoniste. Semplici da realizzare, sono caratterizzate da un piacevole sapore dolciastro. Possono accompagnare secondi piatti a base di carne, come le cotolette o le fettine cotte sulla griglia, di pesce, come quello grigliato o in umido, o di uova: provatele con quelle strapazzate, porterete in tavola un pranzetto appetitoso con il minimo sforzo. Tra le ricette dei contorni questa ha una marcia in più, non sottovalutatela anche nel caso di cene con amici.

    Ingredienti

    Ingredienti Carote in agrodolce per quattro persone

    • aceto di vino bianco qb
    • olio extravergine di oliva

    Ricetta e preparazione

    Come fare le Carote in agrodolce

    Lavate bene le carote, quindi asciugatele con un canovaccio pulito.

    Adesso trasferitele su un tagliere e, con l’aiuto di un coltello affilato, eliminate il ciuffo da ognuna (nel caso ne siano provviste).

    Con un pelapatate, o con un coltello, raschiatene la superficie con cura. Tagliatele a pezzi lunghi e delle stesse dimensioni e teneteli da parte.

    In un tegame capiente versate abbondante olio di oliva.

    Accendete la fiamma mantenendola non troppo alta e fatelo scaldare.

    Raggiunta la giusta temperatura unite le carote facendole saltare bene e mescolandole con un mestolo di legno per evitare che si attacchino sul fondo.

    Nel frattempo mescolate in un bicchere 2-3 cucchiai di aceto di vino con 1 di zucchero. Quest’ultimo si dovrà sciogliere quasi completamente.

    Una volta che le carote saranno diventate morbide, dopo circa 10 minuti di cottura, unite la miscela appena preparata, distribuendola uniformemente.

    Alzate la fiamma per fare evaporare l’aceto, quindi continuate a cuocere per 5 minuti.

    Spegnete la fiamma, ponete il coperchio e fate riposare per almeno 20 minuti.

    Trascorso tale lasso di tempo servite calde o tiepide.

    Varianti

    Voglia di gustarle tutto l’anno? Le carote in agrodolce da conservare sotto vetro possono fare al caso vostro. Tagliatele a bastoncini da fare appena lessare in acqua bollente salata addizionata con aceto, zucchero, sale ed olio. Dopo 5 minuti scolatele e ponetele all’interno dei vasetti di vetro sterilizzati. A questo punto copritele con il liquido rimasto ed avvitate i tappi. Fate riposare in dispensa per una quarantina di giorni, quindi gustate.

    Le carote in agrodolce al forno rappresentano una altrettanto semplice variante: dopo averle tagliate a pezzi o a rondelle, distribuitele su una teglia rivestita di carta forno, irroratele con poco olio, quindi fatele cuocere per circa 15 minuti a 180 °C. Versate sopra una miscela di aceto, zucchero, ancora poco olio e sale, e proseguite la cottura per 5 minuti. Fate riposare 10 minuti fuori dal forno e servite da appena tiepide.

    Che ne dite di provare le carote in agrodolce con aceto balsamico? Non dovrete fare altro che sostituirlo a quello di vino nella ricetta che trovate sopra. Risultato? Particolarmente gustoso.

    Conservazione

    Si consiglia di conservare le carote in agrodolce all’interno del frigorifero, dentro un contenitore ermetico, per non più di due giorni. Gustatele, però, a temperatura ambiente.

    Photo by Cdk / CC BY

    VOTA:
    5/5 su 1 voto