Il Taboulé è uno dei piatti più conosciuti ed amati della cucina del Medio Oriente, dove viene servito come antipasto. Originario, probabilmente, del Libano, è un’insalata di burghul, pomodori, cipolle ed erbe aromatiche, in particolare prezzemolo e menta. La menta conferisce al Taboulé il suo tipico sapore fresco ed estivo, facendo sì che questo piatto sia apprezzato anche dai palati più scettici in fatto di cucina internazionale.

Il burghul, che costituisce la base del Taboulé, è preparato a partire dai chicchi di grano, cotti, spezzettati ed infine tostati. In Italia si trova nei negozi di prodotti orientali e, sempre più spesso, nelle erboristerie e nei supermercati forniti.

Ingredienti per il Taboulé (dosi per 4 persone):

  • burghul, 200 gr
  • 4 pomodori
  • una cipolla
  • due limoni
  • 4 rametti di prezzemolo
  • 4 rametti di menta fresca
  • olio extravergine d’oliva, q.b.
  • sale, q.b.
  • In una insalatiera capiente riunisci il burghul, i pomodori tagliati a cubetti e la cipolla tritat

    a. Aggiungi le erbe tagliate molto finemente con un coltello o con la mezzaluna (meglio non usare il tritatutto, altrimenti diventano amare ed il piatto assume un sapore sgradevole). Condisci con il succo dei limoni, l’olio ed il sale. Riponi in frigorifero e fai riposare per un’ora e mezza o anche di più: il Taboulé è un piatto che più riposa e più diventa buono!

    In alternativa la burghul, può essere usato il cous cous, precendetemente fatto gonfiare con acqua tiepida e poi sgranato con una forchetta.

    Foto da galaxie.75cl.com